di Giorgia Cannarella 2 Maggio 2013
Massimo Bottura

Chi lunedì scorso ha seguito in diretta su Dissapore la 50 Best Restaurants, classifica San Pellegrino dei 50 ristoranti migliori del mondo, sa che per l’Italia il 2013 è andato bene.

Quattro ristoranti italiani in classifica: Il Duomo di Alba al 41esimo posto, il Combal Zero al 40esimo, Le Calandre di Padova al 27esimo e soprattutto l’Osteria Francescana al terzo posto. Grande soddisfazione per lo chef Massimo Bottura e la sua squadra, e pure pensieri dolci-amari confidati in un’intervista alla Gazzetta di Modena.

Perché gli spagnoli sono saldi nelle prime posizioni (primo posto per il El Celler de Can Roca e 3 ristoranti nei primi 10) mentre noi fatichiamo tanto a raggiungerle?

“La Spagna ha alle spalle istituzioni, gruppi economici e una popolazione che sostengono l’agricoltura e il turismo. Noi in Italia non abbiamo niente di questo, siamo onesti. Noi chef, gli agricoltori, gli artigiani facciamo tutto da soli. La Spagna è premiata perché è più solida”.

Parole amare, specie ricordando quanto il neopremier Letta ha detto nel suo discorso d’insediamento: “molti stranieri vogliono bagnarsi nei nostri mari, visitare le nostre città, vestire e mangiare italiano”.

Un segnale di speranza, secondo Bottura, è il premio alla carriera per Nadia Santini, speranza che la politica “si decida a considerare agricoltura e turismo come motori per uscire dalla crisi”.
[Gazzetta di Modena]