di Andrea Soban 31 Agosto 2012

La polizia sta ricercando un marinaio svedese, Max Grybble, 22 anni, sospettato di essere il responsabile dell’incendio che martedì scorso, nel porto di Sanremo, ha distrutto due yacht del valore di 12 milioni di euro.

Secondo la procura (come riportato da secoloxix.it) a provocare l’incendio sarebbe stata una cena romantica a base di bistecche cucinate sul ponte della barca, organizzata dal giovane, incaricato quella notte di sorvegliare uno dei due natanti, per una ragazza misteriosa.

Secondo gli inquirenti, l’imperizia ai fornelli del marinaio potrebbe avergli suggerito di gettare della carne congelata in una padella piena di olio bollente, scatenando la fiammata che ha raggiunto lo scafo.
[Corriere.it]