di Giorgia Cannarella 25 Gennaio 2013

Lunedì scorso i consiglieri della contea di Kerry, in Irlanda, hanno votato una mozione che consente ai residenti di guidare in alcune zone dopo aver bevuto alcol in quantità non permesse dalla legge. In altre parole, gli abitanti di alcune zone rurali, grazie a uno speciale permesso, potranno guidare anche dopo due o tre pinte di birra.

A promuovere la controversa mozione è stato il consigliere indipendente Danny Healy-Rae che, guarda caso, è anche proprietario del Co Kerry, uno dei pub di Kilgarvan, villaggio della contea. “Troppi di noi restano chiusi nelle loro case di campagna senza poter uscire perché dopo una pinta è vietato guidare. La valvola di sfogo è comprare una bottiglia di whisky e portarsela a casa, così cadono in depressione e per alcuni di loro, il suicidio è il passo successivo”.

Noel Brett, capo della sicurezza statale della contea, ha replicato che, statistiche alla mano, molti gli incidenti mortali avvengono proprio su strade rurali: “C’è un evidente legame tra il consumo di alcol e gli incidenti”.
[Corriere]