di Giorgia Cannarella 20 Dicembre 2012
Gualtiero Marchesi

E’ risaputo che l’età ha donato a Gualtiero Marchesi una notevole vis polemica, specialmente se si parla di cose accadute nel mondo della cucina dopo il 1978. L’ottuagenario chef, intervistato sul successo dei talent show culinari, Masterchef in primis, non si è risparmiato.

“Spettacolarizzare, estremizzare e al tempo stesso infiocchettare un lavoro giornaliero che è molto duro, pesante” — ha detto Marchesi — è un tradimento. Poi, richiesto di indicare un pregio e un difetto dei tre giudici di Masterchef, Cracco, Barbieri e Bastianich, si è trincerato dietro un acido “no comment”.

Ma se oggi Gualtiero Marchesi fosse un giovane chef alle prime armi, si sarebbe iscritto a Masterchef? Certo che no, non avrebbe avuto tempo (“stavo in cucina e in sala a sgobbare e ad imparare”), e “sono di carattere timido, non mi piace espormi troppo”. Really Maestro?
[Lettera 43]