di Giorgia Cannarella 14 Febbraio 2013
filetti, carne

L’ippocalisse arriva in Italia. Tutto è cominciato lo scorso 15 gennaio quando la Food Safety Authority in Irlanda ha scoperto carne di cavallo in bistecche di manzo surgelate prodotte in Irlanda e Gran Bretagna vendute in supermercati tra cui Tesco, la principale cate britannica.

Lo scandalo è cresciuto la settimana scorsa quando la divisione britannica della Findus ha richiamato intere partite di lasagnesu consiglio del suo fornitore francese Comigel, dopo che i test avevano rivelato che la carne contenuta nel prodotto era di cavallo e non di manzo.

L’allarme si è via via diffuso in tutta Europa: alcuni prodotti con false etichette sarebbero stati importati anche in Germania e Svizzera. Mentre ieri la procura di Torino ha aperto un’inchiesta per capire quali siano i veri ingredienti dei surgelati commercializzati a Torino, l’Unione Europea ha ordinato il test del Dna nei 27 Paesi, da marzo sarà varata un’indagine a tappeto sui piatti pronti a base di carne bovina, con l’obiettivo di garantire che non contengano carne di cavallo o di altri animali misteriosamente trattati.
[Repubblica]