di Giorgia Cannarella 12 Febbraio 2013
foodblogger

Non tutto è perduto, per trovare lavoro bisogna infilarsi in uno degli otto settori in cui l’offerta di lavoro supererà la domanda. E’ quanto consiglia Italia Orienta, fondazione che ha studiato il quadro occupazionale dell’Italia di oggi per capire come si evolverà fino al 2020.

Ebbene sì, tre le otto professioni c’è il foodblogger. Già il fatto che nel 2020 qualcuno consideri quella del foodblogger una professione è un’inaspettata sorpresa, ma cari di Italia Orienta, vi sentite bene? Nel senso, siete sicuri delle cose che dite?

Perché passino panettieri, pasticceri e cuochi, ma inserendo nella lista degli otto settori alchimisti di campagna, eco auditor e pure eco chef non è che la considerazione per i vostri studi cresca a dismisura. E comunque, in alto i cuori foodblogger, sapere che non guadagnerete un soldo bucato fino al 2020, quando finalmente sarete dei veri professionisti, dovrebbe mettervi di buon umore. [Adnkronos]