di Giorgia Cannarella 16 Maggio 2013
clandestino, moreno cedroni, lavori

Il Clandestino cambia. Il terrapieno su cui poggiava il locale è franato la notte del 31 ottobre a causa di un forte temporale che ha devastato la spiaggia di Portonovo, a sud di Ancona.

I danni alla celebre capanna di legno blu aperta sui lati sono stati ingenti.

Ma lo chef imprenditore Moreno Cedroni, lo stesso de La Madonnina del Pescatore di Senigallia, altro ristorante tra i più apprezzati d’Italia, non è tipo da arrendersi.

“Se uno si reca in questi giorni a Portonovo e si affaccia sulla spiaggia, scendendo verso il mare dalla scogliera del Conero, potrebbe pensare che qualcuno si è messo a cercare il petrolio”.

Così il giornalista Paolo Marchi descrive nel suo blog la gru che sta conficcando nella battigia i pali che daranno più stabilità alla struttura.

La data prevista per la riapertura è sabato 1° giugno.

Dice lo chef:

“Se la scaletta dei lavori non subirà intoppi, la prossima settimana toccherà al pavimento, quella dopo agli infissi e poi il tetto”.

In bocca al lupo a Cedroni.
[Marchi di gola]