di Antea Raucci 1 Luglio 2013

Ha aperto (e anche chiuso) ad Amsterdam Eenmaal, il primo temporary restaurant che prevede esclusivamente tavoli per un commensale e un menu a 25 euro, bevande incluse. Prenotazioni via email.

L’idea nasce dalla volontà di rompere il luogo comune per cui mangiare da soli in un locale è sinonimo di singletudine malinconica e un po’ sfigata.

Al contrario, la social designer Marina van Goor, che ha partorito l’idea, vuole trasmettere l’idea che il pasto in solitaria sia un momento intimo che merita di svincolarsi dal giudizio altrui, libero da attese dovute all’indecisione di molti commensali o dall’impiccio di dividere equamente il conto. Un tête-à-tête con il gusto e nessun occhio puntato addosso.

Mica male.

Confidiamo in nuove aperture magari itineranti per l’Europa, in qualcuno che ne apra uno anche in Italia, o mangiare da soli non è un problema neanche nei ristoranti tradizionali?
[Repubblica]