Gli avanzi? Non sprecarli, vendili su Foodsharing

Lo yogurt scade ma noi stiamo partendo per qualche giorno di vacanza in montagna. Oppure, facendo la spesa abbiamo esagerato, cosa fare adesso con tutto quel bendidio? Attraverso Foodsharing, un innovativo sito tedesco che incrocia domanda e offerta, possiamo condividerlo con chiunque. Sul sito è possibile vendere i prodotti di cui vogliamo disfarci ma che […]

Foodsharing

Lo yogurt scade ma noi stiamo partendo per qualche giorno di vacanza in montagna. Oppure, facendo la spesa abbiamo esagerato, cosa fare adesso con tutto quel bendidio? Attraverso Foodsharing, un innovativo sito tedesco che incrocia domanda e offerta, possiamo condividerlo con chiunque.

Sul sito è possibile vendere i prodotti di cui vogliamo disfarci ma che non desideriamo buttar via, inserendo una breve descrizione e il giorno del ritiro da parte di Foodsharing. Il sito è aperto ai privati, ma anche a produttori e commercianti di alimentari.

Un’iniziativa intelligente che permette di ridurre gli sprechi alimentari: nella sola Germania, ogni anno vengono buttate via 500mila tonnellate di cibo edibile. Per partecipare, basta iscriversi all’associazione: il costo è di 60 euro per i privati, e 150 per le istituzioni.
[Il Secolo XIX]

Sprechi alimentari
Potrebbe interessarti anche