di Andrea Soban 22 Maggio 2012
gelato, libro, londra, Matt O’Connor, the icecreamists, the icecreamists book

gelato, libro, londra, Matt O’Connor, the icecreamists, the icecreamists book

Il gelato adesso si legge. Mentre in Italia Guido Martinetti e Federico Grom proseguono le presentazione di Grom, storia di un amicizia, qualche gelato e molti fiori(qui tutte le date), il 28 maggio esce in Inghilterra un libro che più diverso non potrebbe essere, anche se il protagonista è sempre lui, il gelato. Si chiama: “The Icecreamists book

The Icecreamist è la trasgressiva gelateria aperta a Londra da Matt O’Connor, proprietario e direttore creativo un po’ avventuriero un po’ gegno del marketing. Simile a un negozio di musica metal, ha interni in nero-fucsia, lo slogan che cita i Sex Pistols e per marchio un teschio con due cucchiaini al posto delle ossa. E’ nato qui il Baby Gaga, gelato al (vero) latte materno poi ribattezzato Baby GooGoo per evitare noie legali con la cantante Lady Gaga.

Ecco cosa pensa di noi italiani Connor, che si avvale della consulenza di Roberto Lobrano dell’università del gelato Carpigiani in provincia di Bologna: “In Italia avete i gelati piu’ buoni del mondo, ma guai a sperimentare qualcosa di nuovo”.

Tra le 80 ricette del libro inevitabile la presenza della coppa Sex Bomb all’assenzio ghiacciato. In vetrina c’e’ una fila di sacchetti da flebo pieni di assenzio, che viene sparato in bocca a chi ordina il gelato al gusto di fior di latte e agrumi, con una spolverata di “Viagra naturale”. Da provare!

[Crediti | Link: Grom Libro, The Icreamist]