di Giorgia Cannarella 19 Novembre 2012
roseval, simone tondo, interno

Un italiano e un inglese, entrambi chef, aprono un bistrot a Parigi, che in breve diventa il migliore di Francia. No, non è l’inizio di una storiella, ma il verdetto della tendenziosa guida Le Fooding 2013, che ha appena premiato il Roseval aperto nella capitale francese da Simone Tondo e Michael Greenwald.

Dopo aver lavorato come sous-chef alla Gazzetta di Pieter Nilsson e al Rino di un altro italiano, Giovanni Passerini, a 24 anni Tondo ha deciso di aprire il suo bistrot. Successo immediato, complici i prezzi accessibili: quattro piatti a 35 euro, 62 con l’abbinamento dei vini.

E mentre Le Figaro lo definisce “pop-chef”, per Tondo il sogno è tornare ad Alghero, sua città natale, dove aprire il suo ristorante:  “Ora non è possibile perché lì non c’è la stessa ricerca del nuovo, ma in futuro ce la farò”.
[Style.it]