di Andrea Soban 5 Ottobre 2012

Da agosto, le api di Ribeauvillé in Alsazia, regione francese di vigneti dove oltre 2.000 apicoltori con 35.000 colonie producono 1.000 tonnellate di miele l’anno, non sembrano più loro. Danno un miele di colore diverso da solito, non sfumature,  proprio colore: verde, marrone e addirittura blu.

Non è il caso di tirare in ballo pesticidi, inquinamento o il surriscaldamento del pianeta. La colpa sarebbe degli scarti di lavorazione di una fabbrica, quella degli M&M’s, i celebri cioccolatini colorati. Lasciati all’aperto sarebbero stati facile preda delle api che li avrebbero preferiti ai fiori.

Immediata la protesta degli apicoltori d’oltralpe (la Francia è il maggiore produttore europeo di miele con circa 18.330 tonnellate all’anno) che hanno costretto i responsabili dell’impianto a spostare gli scarti in un magazzino al chiuso.
[Corriere]