Da Rieti alla conquista dell’Europa con la birra spalmabile

Da debuttante, al Salone del Gusto di quest’anno, aveva ricevuto un’accoglienza calorosa. Eppure, di gelatine aromatizzate se n’erano viste altre. Com’è come non è la birra spalmabile, joint-venture tra due aziende italiane, il birrificio Alta Quota e la cioccolateria Napoleone, sta avendo un successo formidabile. Disponibile in due gusti, uno più delicato e uno più intenso […]

Da debuttante, al Salone del Gusto di quest’anno, aveva ricevuto un’accoglienza calorosa. Eppure, di gelatine aromatizzate se n’erano viste altre.

Com’è come non è la birra spalmabile, joint-venture tra due aziende italiane, il birrificio Alta Quota e la cioccolateria Napoleone, sta avendo un successo formidabile.

Disponibile in due gusti, uno più delicato e uno più intenso – sta ora varcando i confini italiani.

“Riforniamo la catena di magazzini inglesi Selfridges, che ha messo in vendita le referenze anche online” spiegano gli imprenditori, “e stanno arrivando numerose richieste anche dalla Germania”.

E se fino adesso al birrificio Alta Quota imbottigliavano, tappavano ed etichettavano tutto a mano, ora stanno per spostarsi in una sede più grande e acquistare nuovi macchinari.
[Milano Finanza]

birra
Potrebbe interessarti anche