di Giorgia Cannarella 4 Marzo 2013
ristorante il bolognese, marina di bibbona, staff

La promessa di trasparenza è stato uno dei punti su cui il Movimento 5 Stelle ha più insistito durante la campagna elettorale. Tra gli effetti collaterali dell'(in)atteso boom alle urne del Movimento, bisogna registrare la volontà di azzerare le cene a base di ostriche, tartufi e champagne comuni a molti scandali della seconda Repubblica. Mentre i grillini neo deputati pubblicano lo scontrino dei loro festeggiamenti, il lìder maximo si fa portare il pranzo a casa, solidi piatti della tradizione toscana, durante un weekend di mascherato relax a Marina di Bibbona, in provincia di Livorno.

Beppe Grillo ha passato il weekend sigillato nella villa sulla spiaggia, insieme all’amico scrittore Stefano Benni e pochi collaboratori. Assediato da giornalisti e paparazzi, è uscito di casa solo per qualche passeggiata sulla spiaggia, totalmente incappucciato. Non è neanche riuscito ad andare nel suo ristorante preferito di Bibbona, Il Bolognese Da Sauro, da cui però si è fatto portare il pranzo a casa. Menù del sabato: polpo con patate e baccalà alla livornese. Ieri invece è stato il suo domestico a ritirare l’ordine al ristorante: tortelli ripieni di ricotta e spinaci con ragù di carne. Un pranzo consumato molto presto, verso le 11.30, dopo il quale Grillo è partito per Roma.

Grillo è un habituè del locale, il proprietario Sauro dice di conoscerlo molto bene, ma da quelle parti non è l’unico vip: clienti del Bolognese sono anche Gino Paoli, Carlo Conti e Biagio Antonacci.
[Adnkronos, La Nazione]