Masterchef Italia 2012 su Sky Uno sempre con Cracco, Barbieri e Bastianich

Oggi che i newsmagazine fanno inchieste dietro le quinte di Masterchef Italia come una volta le facevano ai provini del Grande Fratello, scopriamo che per la prossima stagione del celebre talent show culinario, promosso da CieloTv a Sky Uno HD, sono confermati gli stessi giudici: Carlo Cracco, chef designato del prossimo ristorante Prada in Galleria a Milano, Bruno Barbieri, indaffaratissimo al Cotidie di Londra, e Joe Bastianich, sulla bocca di tutti per il nuovo libro, il polemico e politicamente scorretto The Restaurant Man. Al netto del rosicamento di Gianfranco Vissani.

Carlo Cracco, Joe Bastianich, Bruno Barbieri, Nicola Cavallaro, Masterchef, 2012

Nel weekend, come raccontano queste foto, i tre si sono ritrovati per un incontro preliminare con la produzione di Masterchef Italia. Fermandosi a cena da Un posto a Milano, il nuovo e già amatissimo ristorante affidato alla cucina di chef Nicola Cavallaro.

[YahooTv, immagini: Joe Bastianich, Nicola Cavallaro]

Massimo Bernardi Massimo Bernardi

21 maggio 2012

commenti (19)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Spero che Cracco abbia imparato qualcosa sulla reazione di Maillard, e speriamo in un vincitore che non scriva più certi libri.

  2. E speriamo soprattutto che bastianich si tolga quel ghigno da presuntuoso e saccente …..!!!

    1. Meglio il ghigno che la faccia della foto.Alla gente( non a te ed a me) piace il ghigno dell’uomo di successo.Certo, nella foto,oggi,sembra un barbone.

    2. Visto quello che ha combinato con il suo socio d’oltre oceano, giusto un barbone….

    1. il mio era un commento assolutamente disinteressato, non considero bastianich uno chef e Masterchef è l’ultimo dei programmi che guarderei…..

    2. max ha detto:

      se non ti piace non guardarlo, comunque se ha dei commenti da fare
      anche se disinteressati vuol dire che lo segui

  3. solidarietà a Vissani, chef non più sotto le lluci dei riflettori : avrebbe voluto tanto dire “togliti il grembliulie elasca Masterchef”, invece nemmeno lo fanno entrare nella cucina di Guerrino

    1. Spiros è da Barbieri che lo ha incoronato.Per ora pela patate e sogna di diventare un catautore o meglio chef d’autore ( che canta).Solidarietà

    2. esp ha detto:

      Spiros è da Barbieri che lo ha incoronato

      Si dice così adesso??? 🙂

  4. Vabbè, ma non ci avete detto l’unica cosa che ci interessa veramente: ritornerà anche il liveblogging di Sara Porro? 🙂

  5. Viola ha detto:

    Sara, perchè non fai un liveblog prima che inizi masterchef?
    è più divertente leggere te che guadare le puntate!

  6. Sul mio Forum si parla dalla prima edizione di Masterchef!!
    Adoro i tre Protagonisti e Spyros è stato sorprendente!!
    Mi auguro che la prossima Edizione sia ancora più avvincente!!
    Ah…Bastianich…non ha “un ghigno” è Professionale e Serio!!

  7. Sinceramente questo programma è fastidioso, non sopporto l’arroganza dei giurati. Non è rompendo i piatti che si afferma la propria autorevolezza.

    Comunque l’unica linea dei programmi Sky è quella di avere conduttori arroganti e cafoni, non capisco perchè si debba importare questa cultura del lavoro che non ci appartiene.

  8. JJ ha detto:

    Il parlamento italiano è saturo di inquisiti e condannati.
    Masterchef di condannati ne ha uno solo: riveste il ruolo di giudice ed è uno che faceva la cresta alle mance dei suoi camerieri. Una meschinità per la quale avrebbe dovuto come minimo essere radiato dalla trasmissione.
    Invece no: siamo in Italia e sembra veramente che dobbiamo pendere sempre dalle labbra di modelli pessimi e, nel caso di Sky, dobbiamo pure pagare per accedere alle loro gesta.
    Per non parlare poi dello sbattere il cibo nella pattumiera che è quanto di più irrispettoso e volgare ci possa essere in una società civile. Specie quando è lo stesso Cracco a pontificare che “in cucina non si butta mai niente”.
    I potenti però non imparano mai nulla dalla storia. Dobbiamo farlo noi.
    E, personalmente, di Masterchef Italia, a pagamento e con i condannati in primo piano non me ne potrà fregare di meno.

«