di Giorgia Cannarella 12 Luglio 2013
The naked student cookbook

“I nostri coetanei devono appassionarsi alla cucina”

“Vero. I libri di ricette devono essere più appetibili. E qual è la cosa che interessa di più gli studenti universitari 21enni?”

[…]

“Ecco, appunto”.

Immagino così il brainstorming tra Kinvara Hubbard e Mimi Williams, le creatrici di The Naked Student Cookbook.

Le due amiche, studentesse universitarie del Regno Unito (la prima studia filosofia a Edimburgo e la seconda Francese e Legge a Leeds), si erano accorte che la maggior parte dei loro compagni di università sapeva a malapena accendere un fornello.

“A una festa abbiamo scoperto di aver ricevuto lo stesso regalo dai nostri genitori quando siamo andati all’università,  un libro di cucina, ma pochi di noi li avevano aperti”.

article-2358740-1ABA2DD4000005DC-736_634x432

Dunque, come diventa appetibile un ricettario per uno studente universitario ?

Riempiendolo di fotografie di nudo, ovviamente. Prima che le femministe insorgano, premetto: i nudi sono sia maschili che femminili, e le fotografie sono molto ironiche (vedi la squadra di rugby con torte tatticamente piazzate).

E le ricette? Ci sono anche quelle.

The naked student cookbook

Tutte molto basiche, create da studenti per gli studenti: curry, gli step per bollire perfettamente un uovo, spaghetti alla bolognese (so’ ragazzi e pure inglesi, abbiate pazienza).

Per ogni copia venduta, Kinvara e Mimi daranno una sterlina in beneficenza. Per ora sono state stampate mille copie, ma le due sperano di trovare presto un editore più consono.
[Daily Mail]