di Giorgia Cannarella 25 Febbraio 2013
lasagne primia

Ho una notizia buona, e una cattiva. Prima quella buona: i surgelati Nestlè sequestrati ed esaminati nell’Istituto zooprofilattico di Torino non contengono carne equina. Ora quella cattiva: è stato ritrovato Dna equino nelle lasagne surgelate prodotte da un’azienda emiliana.

Dai test effettuati su prodotti prelevati in un supermercato di Brescia è emerso che le lasagne surgelate a marchio Primia contengono carne di cavallo, mentre in etichetta è dichiarata carne bovina. Le lasagne sono state prodotte e confezionate da La Cucina di Bologna, un’azienda di San Giovanni in Persiceto (Bo), la cui difesa è: “la carne ci arriva già confezionata con tanto di analisi e certificazioni”. I carabinieri hanno disposto il ritiro del lotto di lasagne e altri sequestri in via cautelativa: 6 tonnellate di macinato e carne dichiarata bovina e 2.400 confezioni di lasagne.

Intanto, proseguono i controlli previsti dal piano ministeriale, più che necessari se si considera che solo il 25% della carne equina macellata deriva da animali nati, allevati e lavorati in Italia, e che l’anno scorso sono stati importati nel nostro paese 30 milioni di kg di carne di cavallo.
[Il Sole 24Ore]