Parigi: riuscirà Starbucks ad aprire a Montmartre?

Da qualche giorno un grande striscione “Starbucks go home! Ici, c’eat Montmartre!” è apparso davanti al Pichet du Tertre”, cabaret-ristorante e luogo simbolo del quartiere parigino, un mito in tutto il mondo per essere stato il centro della vita bohémienne e per l’importanza degli artisti che lo hanno abitato, da Renoir a Picasso. Un caffè […]

Starbucks, Montmartre

Da qualche giorno un grande striscione “Starbucks go home! Ici, c’eat Montmartre!” è apparso davanti al Pichet du Tertre”, cabaret-ristorante e luogo simbolo del quartiere parigino, un mito in tutto il mondo per essere stato il centro della vita bohémienne e per l’importanza degli artisti che lo hanno abitato, da Renoir a Picasso.

Un caffè della catena Starbucks sta per aprire proprio in Place du Tertre, cuore di Montmartre, al posto di una vecchia brasserie, malgrado i militanti della fierezza parigina che, basco in testa e baguette sotto braccio, protestano accusando la multinazionale di profanazione della Parigi degli artisti.

Il problema è che la Francia, patria dell’alta cucina, è anche il più grande mercato mondiale dopo gli Usa di McDonald’s, a parole eterno demone della globalizzazione e nei fatti adorato dai francesi, per cui il rito a colpi di volantini e proclami contro gli “yankee” sembra un po’ stanco.
[Superdupont]

apertura parigi starbucks
Potrebbe interessarti anche