di Giorgia Cannarella 18 Gennaio 2013

Se sei un dipendente pubblico, non puoi prendere un caffè all’inizio del tuo turno: lo ha stabilito una sentenza del Tar di Trento. Il tribunale ha appena respinto una richiesta di ricorso presentata da un dipendente pubblico contro un provvedimento disciplinare avanzato nei suoi confronti.

La colpa dell’uomo – un poliziotto – era stata allontanarsi alcuni minuti dal posto di lavoro per prendere acqua e caffè dal distributore automatico. Nella sequenza i giudici hanno scritto che il ritiro di acqua e caffè non è “l’esercizio di un diritto costituzionalmente garantito” ma solo “un comportamento non conforme a canoni di diligenza e scrupolo professionale”. Il gesto, inoltre, non sembra “decoroso”, in quanto all’inizio del turno “si presume che una persona abbia già fatto colazione”.

[Corriere]