di Giorgia Cannarella 11 Gennaio 2013
spray, mcdonald's, dna

Vuoi rapinarci? E noi ti spruzziamo addosso del Dna. McDonald’s Australia, preoccupata per una serie record di rapine messe a segno durante le feste natalizie, ha deciso di installare in alcuni fast food un sistema di sicurezza assai tecnologico, che spruzza sui ladri in fuga un Dna sintetico invisibile.

Dopo una fase di sperimentazione, i bulbi spruzzatori sono installati all’ingresso di sei dei Mc Donald’s più frequentati di Sydney: una volta attivati rilasciano una soluzione contenente un tracciante a ultravioletti, invisibile a occhio nudo ma evidente sotto la luce UV. Il liquido contiene un codice Dna unico, che collega i ladri al luogo del reato.

Come spiega la portavoce, la misura è volta a impedire che i rapinatori vedano i Mc Donald’s come un bersaglio “facile”, in quanto fast food. Ma funziona? “È un ottimo deterrente. Durante la sperimentazione i ristoranti hanno subito zero rapine e meno casi di comportamento antisociale”.
[La Stampa]