di Giorgia Cannarella 20 Maggio 2013
Olio extra vergine d'oliva

In morte delle oliere. L’Unione Europea ha deciso che dal 2014 l’olio d’oliva potrà sì stare sui tavoli dei ristoranti, ma solo in bottiglie che ne garantiscano l’origine.

Per essere precisi l’etichetta dovrà dichiarare luogo di produzione e lotto di appartenenza.

La nuova legge, che richiede l’uso di bottiglie con tappo anti-manomissione in modo che a nessuno venga in mente di versarci del prodotto scadente, riguarderà 100 mila tonnellate di olio (in Italia ogni anno ne vengono prodotte 600mila).

In realtà Italia e Portogallo avevano già messo al bando la vecchia oliera anonima dai tavoli di ristoranti e trattorie o dai banconi di bar e tavole calde, ma la legge era “congelata” in vista del definitivo via libera europeo che ora è arrivato.
[Lettera43]