di Giorgia Cannarella 14 Novembre 2012
Murales di Usain Bolt

L’idea dei due mondi divistici che si incontrano in un ristorante è suggestiva, dobbiamo riconoscerlo. Se poi, nelle loro rispettive categorie, sono due recordman, meglio ancora. Usain Bolt, il pluripremiato velocista che ha incantato il mondo alle recenti olimpiadi di Londra, vuole aprire un ristorante atlethics-themed insieme a Gordon Ramsay, lo chef più incazzereccio dei due emisferi.

“Amo il cibo e amo lo sport” dice Usain “Ho il sogno di unirli. Gordon Ramsay sarebbe la persona migliore con cui farlo: è il miglior chef al mondo e ha personalità”.

L’atleta possiede già uno sport bar a Kingston, in Jamaica, dal modestissimo nome di Usain Bolt’s Tracks and Records. Chissà come Gordon commenterebbe il Creamy Alfredo, un pezzo forte del menu: pasta al dente condita con salsa cremosa (?) servita su un garlic-lime toast. A scelta, aggiunta di pollo e di gamberi.
[Huffington Post]