di Federica Gemma 12 Agosto 2013
clisteri al caffè

Ieri sera, dopo l’intoccabile sosta su DMax per Unti e bisunti, il giro d’Italia di Chef Rubio a caccia di street food, scanalavo sconsolata cercando qualcosa che mi coinvolgesse almeno la metà.

Fino a quando, arrivata su Real Time, sono stata premiata da “Io e la mia ossessione” (My strange obsession). In effetti, i protagonisti del programma –Tina e suo marito, una coppia della Florida con la fissa del caffè– erano ben attrezzati quanto a stranezza.

Perché il caffè non lo bevono come fanno tutti, no, la loro ossessione è diversa.

Con il caffè ci fanno clisteri.

E non sono pochi, almeno 4 al giorno: “Mi piace molto come mi fanno sentire. E’ come un senso di euforia. Non potrei vivere senza.”

Secondo Tina i clisteri al caffè servono a depurare fegato e intestino. Una forma di disintossicazione estesa nel tempo anche al marito che rispetto a lei preferisce una miscela dalla macinatura meno corposa.

In realtà non sembrano esserci riscontri medici per le convinzioni di Tina, che anzi, visto l’elevato numero di clisteri quotidiani, è praticamente costretta a vivere accanto a una macchina del caffè.
[Daily Mail]