di Giorgia Cannarella 9 Marzo 2013
frutta, verdura,

Dunque, facciamo il punto. In Italia mangiamo ragù di cavallo convinti che sia manzo. In Cina scoprono colibatteri fecali nelle torte Ikea. In Danimarca si beccano un virus nel miglior ristorante del mondo. E in Germania trovano tracce di veleno per topi nell’insalata – più precisamente, in una partita di lattuga romana proveniente dall’Italia.

L’insalata fa parte di un gruppo di 110 cassette vendute nella regione di Reno-Meno: 105 sono state distrutte, quattro sono state smerciate da venditori ambulanti, e una risulta venduta in un mercato della cittadina di Offenbach. Per il momento non si ha notizia di avvelenamenti. Le insalate provengono dal produttore Ortofrutticola La Trasparenza, azienda con sede ad Angri. Il titolare Antonio La Mura ha detto “Non vendo direttamente la lattuga in Germania, lo faccio invece usando degli intermediari. Certamente non posso sapere dove loro tengano l’insalata”.

Il presidente del Codacons Carlo Rienzi chiede che le autorità sanitarie italiane verifichino subito se l’insalata incriminata sia commercializzata anche in Italia. “Oramai c’è uno scandalo alimentare al giorno, segno evidente di come si debba intervenire sul fronte della sicurezza alimentare, con norme in grado di dare più garanzie ai consumatori ma soprattutto di tutelare la salute umana”. E intanto, in un Carrefour francese è stato trovato il cadavere di un topo dentro una scatola di fagiolini.
[Repubblica]