recensione

Al Solito Posto a Firenze, recensione: una pizzeria giovanile e golosa in San Frediano

La nostra recensione di Al Solito Posto a Firenze, un inno alla Campania moderna nel quartiere di San Frediano: tutto quel che dovete sapere prima di andarci.

Al Solito Posto Firenze

Da Pontedera a Firenze fino a Londra: Al Solito Posto è quel (solito) posto che sta bene in ogni città. Sicuramente a Pontedera, altrettanto a Firenze, vedremo la risposta dell’imminente inaugurazione di Londra. Al Solito Posto è quel (solito) posto del cuore in cui tornare più volte, seppur indirizzato a una specifica clientela fatta essenzialmente di giovani. Vi spiego il perché.

L’ambiente

In Piazza De’ Nerli, all’angolo con Via dell’Orto, l’universo della pizza fiorentina ha visto da pochi mesi la nascita di un nuovo pianeta: Al Solito Posto. Un format fresco, giovanile e potenzialmente vincente, che in realtà si era già fatto un nome prima a Pontedera (apertura nel 2016) e poi anche a Firenze (2018), spostandosi lo scorso marzo in questa nuova location con l’obiettivo di conquistare il quartiere per eccellenza della vita notturna: San Frediano. Tutto questo, mantenendo il suo stile informale e un po’ fighetto: non è un caso che i due giovani proprietari, Arianna e Giovanni Izzo, siano esperti di design e arredamenti di interni. Lo si vede, lo si percepisce, lo si apprezza in ogni dettaglio del locale, fra scritte al neon, tavolini d’antan e pareti multicolor che celebrano la loro Campania nella versione più moderna.

Il menu

Al Solito Posto Firenze

Il design è protagonista negli spazi e nel menu, con una scelta di colori, nomi e caratteri che attira sicuramente l’interesse e l’attenzione del commensale. Napoli e la Campania la fanno da padroni assoluti, tanto negli antipasti come il crocché di patate farcito (leggero e non eccessivamente unto) e i pomodorini confit su letto di burrata con tarallo mandorlato (una sorta di firma d’autore che ritroveremo con piacere in vari piatti) quanto nelle pizze. Nove quelle classiche, diciassette quelle gourmet.

Al Solito Posto Firenze

Un po’ troppo minimal invece la carta beverage, che propone appena tre birre più una birra analcolica della settimana, due scelte per il vino rosso e due per il bianco, perdendo il filo conduttore che lega invece il resto del menu.

La pizza

Al Solito Posto Firenze

Ma veniamo alla principale ragione per cui state leggendo questa recensione: la pizza. Il menu è ispirato all’Olimpo e, senza voler peccare di hybris, cottura e impasto rispettano la sacra tradizione napoletana. Il frutto, questo, di 32 ore di lievitazione, di una farina classica e vivace, dei Forni Visciano rigorosamente a legna e delle ottime materie prime campane. Leggero, soffice, digeribile e ben idratato, l’impasto di Al Solito Posto passa – ed è un merito – quasi inosservato se consideriamo gli sfiziosi topping che cadono a pioggia sulla pizza.

Qui si punta sul gourmet, su una pizza golosa e in stile degustazione, ovvero già tagliata in quattro spicchi. Come ad esempio la “Zeus”, il Signore dell’Olimpo, con fior di latte, porchetta, provola affumicata, patate al forno, pioppini, nocciole tostate, rosmarino, pepe e basilico o la “Maggio” (in foto), pizza del mese con fior di latte, salame di Napoli, melanzane grigliate, burrata, prezzemolo riccio, tarallo mandorlato e basilico. Una pizza che invoglia a prenderne un altro morso e un altro ancora, grazie alla facile masticabilità della base (sempre nei parametri della pizza napoletana) e del suo avvolgente mix di ingredienti, col tarallo sbriciolato sopra a rendere il tutto più croccante. Più nella norma le pizze classiche, come la “Margherita” con S. Marzano DOP, fior di latte Latteria Sorrentina, basilico e olio pugliese, che comunque permettono al commensale di spaziare fra tradizione e innovazione, omaggiando la pizza nel suo concept più originario e anche più originale.

Al Solito Posto Firenze

Il manifesto smart di Al Solito Posto è racchiuso però nel “Pan Pizza”, panuozzo würstel e patatine o salsiccia e friarielli, che mostra esattamente il target di clientela su cui questa pizzeria vuole basare il suo business principale: coppiette, ragazzi giovani, gruppi di amici che vogliono ritrovarsi intorno a un tavolo per degustare una pizza moderna, fotografarla in ogni suo spicchio e passare una bella serata senza riporre troppa attenzione sull’idratazione dell’impasto, l’origine della mozzarella o del pomodoro. O ancora sulla forchetta che manca al tavolo 5. Diciamo che ad Al Solito Posto regna la leggerezza, da tutti i punti di vista.

I dessert

Babà al Rum, Cheesecake alla Nutella… Se sfiziosità era la parola migliore per raccontare le pizze gourmet del menu, possiamo senza alcun dubbio riciclarla per descrivere i dolci. Anche in questo caso si parte da Napoli e dalla Campania per abbracciare una pasticceria incentrata sull'”effetto wow”, con una vetrina frigo golosa che ha il limite, forse consapevole, di una proposta un po’ troppo pesante, ma sempre coerente col format e gli altri piatti firmati Al Solito Posto.

Al Solito Posto Firenze

Opinione

pizzerie

Al Solito Posto è quel solito posto in cui tornare, se sei giovane e se ciò che cerchi è una buona pizza gourmet in un ambiente dal design contemporaneo. Un posto da San Frediano, per capirci. Pensato proprio per la clientela tipo di San Frediano, ovvero ragazzi dai 20 ai 40. L'attenzione verso il cliente è migliorabile, la carta beverage e dessert pure, ma l'impasto della pizza è leggero e digeribile, con tante leccornie che fanno passare in secondo piano i lati meno positivi di questa pizzeria.


PRO

  • La location moderna, le pizze sfiziose, il tarallo sbriciolato come firma d'autore

CONTRO

  • Attenzione al cliente migliorabile, pasticceria golosa (un po' troppo)

VOTO DISSAPORE: 7 / 10
VOTO MEDIO UTENTI:
Al solito posto firenze1

Al Solito Posto

indirizzo Piazza dei Nerli, 5, Firenze, FI, Italia

telefono +39 055 229593

Prezzo medio: 15 - 25 €