di Massimo Bernardi 8 Giugno 2010

Nella foto, Roberto Godi e il mostro degli abissi catturato nel Po, vicino a Mantova. Si tratta del più grande pesce gatto d’acqua dolce d’Europa, lungo 2 metri e mezzo, pesa poco più di 113 chili.

Sul Regolamento Mediterraneo, la nuova legge europea che ha proibito la pesca di seppie, calamaretti, telline, bianchetti, rossetti, e frittura di paranza, Giancarlo Galan, il nuovo ministro delle Politiche Agricole, l’ha messa nell’unico modo in cui non doveva.

“Non sarà una forma di civiltà mangiare il neonato delle sardine e delle acciughe per fare i rossetti e i bianchetti e sterminare migliaia di neonati per una frittata, quindi ci si adatta”.

Ora, posso capire i problemi legati all’overfishing, ma a parte che il rossetto NON E’ un neonato bensì un pesce adulto, e che perciò – ministri vecchi o nuovi – è sempre meglio tacere quando un argomento non lo padroneggi, ma scomodare “lo sterminio dei neonati” per qualsivoglia pescetto non si può sentire. Specie davanti a 3.000 addetti della pesca che, a causa del Regolamento Mediterraneo rischiano di rimanere senza lavoro. ARIDATECE ZAIA!

Di seguito, tanto per ricordarci di chi stiamo parlando, trovate riassunti alcuni mirabolanti provvedimenti in materia di Vino&Cucina presi dall’Unione Europea.

Stop a telline e frittura di paranza.

Niente più seppie, calamaretti e telline nelle tavole degli italiani che dicono addio anche a rossetti, bianchetti e latterini, frittura di paranza per eccellenza dalla Liguria alla Sicilia.

Via libera al formaggio senza latte.

A partire dal primo gennaio 2009 può essere incorporato fino al 10% di caseina e caseinati nel formaggio al posto del latte.

Lo zucchero nel vino.

E’ una pratica utilizzata nei paesi del Nord Europa, che permette di aumentare la gradazione del vino attraverso l’aggiunta di zucchero. Lo zuccheraggio è sempre stato vietato nei Paesi del Mediterraneo e in Italia.

Arriva il vino senza uva.

E’ arrivato il vino ottenuto senza uva per effetto della riforma europea di mercato del settore vitivinicolo che ha autorizzato la produzione e la commercializzazione di vini ottenuti dalla fermentazione di frutti diversi dall’uva come lamponi e ribes.

Il vino si invecchia con la segatura.

L’UE ha dato il via libera all’invecchiamento artificiale del vino attraverso l’utilizzo di pezzi di legno al posto della tradizionale maturazione in botti di legno.

L’arancia senza arancia.

La possibilità di vendere sul mercato bibite di fantasia al gusto e con il colore dall’arancia senza contenere tuttavia neanche una minima percentuale del prezioso agrume è stata scongiurata in Italia.

[Fonti: Blitz Quotidiano, Il Secolo XI, immagine: Daily Mail]