Carne sì carne no. Posso essere carnivoro ma etico come i vegetariani?

Nel dibattito carne si carne no i veg sono minoranza ma sui libri è un’altra storia, questi vincono a mani basse. Ha senso parlare ancora ideologicamente di carnivori e vegetariani? Forse sì, se l’empasse polemico tra le posizioni è smosso dal New York Times. La provocazione del giornale americano vorrebbe toccare il nervo scoperto di un’assenza di tesi pro-carnivore. Soluzione? Trovate delle argomentazioni etiche a favore del consumo di carne, dice il prestigioso quotidiano ripreso da Corriere Lettura, e inviate contributi di 600 parole alla nostra giuria di intellettuali animalisti. Il migliore sarà pubblicato.

Ora, soprassediamo sulla scelta della giuria composta solo da animalisti e chiediamoci una cosa molto semplice: i rozzi e materiali carnivori dovrebbero produrre una dottrina per sopravvivere? Fare leva sull’ultimo pediatra che consiglia il fegato per i più piccoli o sul dukanista che sponsorizza la carne per perdere peso? O ancora su qualche intellettuale dissidente che affina le lame della provocazione e si getta a capofitto sulla questione?

La posizione carnivora non ha forza culturale e politica perché in termine di dottrina è una non-posizione. E’ una consuetudine. E’ lo status-quo. E’ sbagliato? Probabile, ma le tradizioni non esistono sempre per essere ridicolizzate. Discusse sì, ed è sacrosanto, ma il doversi scontrare con un’opposizione che mi accusa con severità mentre gusto il baccalà alla vicentina è il segno dei tempi.

D’altronde per i carnivori, i vegetariani esistono e hanno le loro ragioni, mentre i vegani, i crudisti e i fruttariani (sì esistono e sono quelli che attendono la caduta naturale dei frutti, mentre noi roviniamo il mondo ordinando hamburger con l’iPad) sono un po’ come quei complottisti che vanno ascoltati con l’orecchio sinistro, mentre l’altro fischia degli echi del fanatismo. La loro ostentazione al rigore personale e al controllo ci annoia. Il loro relativismo etico ci spaventa. Non a torto, specie quando confrontano le morti delle Torri Gemelle con i polli macellati nell’allevamento.

Abbandonata l’opzione strettamente salutista, l’integralismo vegetariano cade nel propagandismo degli slogan e uccide l’interesse della controparte. Quello che perplime è il verbo indottrinante. L’aggressione al consumatore di carne. Il dito puntato. Specie in anni bui, dove le dita andrebbero puntate in altre direzioni.

Conviviamo pacificamente. Non mi date del bruto mentre addento una polpetta, non mi chiedete di scrivere seicento parole per giustificarmi. Nessuno vi chiede di giustificarvi perché comprate la camicia a dieci euro, sporca di sangue cinese, alla grossa catena sotto casa.

[Crediti | Link: Corriere Lettura, immagine: New York Times]

Adriano Aiello Adriano Aiello

19 Aprile 2012

commenti (271)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Cristian ha detto:

    Bel pezzo, interessante la parte finale sulla morale facile.

  2. gianluca ha detto:

    io non ho ancora trovato un vegetariano in grado di spiegarmi perché uccidere parassiti e insetti sia eticamente giusto mentre uccidere una mucca no, ma credo che morirò senza saperlo.

    1. serena ha detto:

      mah…io ho un’amica che non ammazza le zanzare…

    2. gianluca ha detto:

      si ma qualsiasi cosa mangia è perchè sono stati uccisi altri animali, che sia frutta verdura o bistecca

    3. come no? ne abbiamo discusso – e parecchio – in una altro post di dissapore. (mode Marlene Dietrich on, melodrammatico): Sei un bruto, le mie parole non ti toccano neanche!

    4. gianluca ha detto:

      ehehe no figurati, mi ricordo, ma, senza alcun tipo di offesa, non sei stato in grado di spiegarmelo, ossia le tue motivazioni non mi hanno proprio convinto, tutto qui.
      per quello lo sto ancora cercando 🙂

    5. (Marlene lascia il posto a Gloria Swanson) didascalia: “mi spezzi il cuore!.”; musica struggente, luce di taglio. guardo verso l’alto, ho una mano sulla fronte e con l’altra prima afferro un drappeggio, poi mi batto sul petto ripetutamente singhiozzando.

    6. gianluca ha detto:

      finalmente qualcuno che ha un pò il senso dell’umorismo 🙂
      ci voleva oggi, e che diamine !

    7. Andrea ha detto:

      @gianluca
      Io invece non ho mai trovato un carnivoro che mi spiega perché il cane e il gatto lo coccola e gli compra i vestini mentre la mucca e il maiale li uccide brutalmente e se li mangia.

    8. Cristian ha detto:

      Animalista specista ti dice nulla?

    9. gianluca ha detto:

      a parte che “carnivoro” è chi mangia esclusivamente carne, quindi già il termine è sbagliato. corretto sarebbe onnivoro.
      comunque te lo spiego io, semplicemente perchè nella nostra cultura cane e gatto sono animali da compagnia e incutono tenerezza, mentre il maiale per esempio no.
      e poi perché in italia per legge è vietato mangiare cani e gatti, eppure guarda che i gatti si mangiavano eccome. ti ricordi beppe bigazzi?
      poi noi mangiamo il coniglio o il cavallo, in altri paesi è come per noi mangiare cani e gatti.
      non c’è nessun motivo razionale o etico, è solo culturale o affettivo.
      io non mangio il gatto semplicemente perchè mi fa senso, così come non mangio tanti altri animali. per esempio non mangio il coniglio e ho seri problemi anche con l’agnello, oltre a non mangiare selvaggina, il piccione, ecc…
      ma non sto qui a fare la pippa morale o etica agli altri, non li mangio semplicemente perchè non mi va di mangiarli, perchè il pensiero mi disgusta.
      chi vuole mangiarli, per me fa bene a farlo.

    10. Fabrizio Pagliardi ha detto:

      Leggiti anche tu Buono da mangiare di Harris, e avrai le tue risposte che secondo i vegetariani sono superate ma per noi carnivori no.

    11. nico aka tenente Drogo ha detto:

      premesso che mangio carne

      penso che loro, giustamente, potrebbero risponderti che uccidere i parassiti è giusto per la nostra salute, mentre il consumo di carne è assolutamente inutile e ti puoi nutrire anche senza carne (come è ampiamente dimostrato, come pure è ampiamente dimostrato che l’eccessio consumo di carne è dannoso alla salute nonché all’equilibrio dell’ambiente)

    12. gianluca ha detto:

      ma non è vero che inutile, si può vivere senza non vuol dire che sia inutile.
      e io non sono certo qui a sostenere l’eccesso, ma tra l’eccesso e la privazione, c’è di mezzo quello che si chiama equilibrio, che dal punto di vista nutrizionale dovrebbe essere l’unica strada auspicabile.

    13. nico aka tenente Drogo ha detto:

      non mi sono spiegato
      il vegetariano (e io non sono vegetariano) può giustamente sostenere che per lui la carne è inutile

    14. gianluca ha detto:

      per LUI è inutile, non vuol dire che per ME lo sia.
      ma tu capisci qualcosa ogni tanto o scrivi tanto per muovere i polpastrelli?

      qui c’è gente che sta sostenendo che eticamente PER IL BENE DEL MONDO NESSUNO DOVREBBE MANGIARE CARNE.
      per la foresta amazzonica e il mato grosso.
      per la fame del mondo.
      ma ce la fate?

      siete completamente folli e state anche rompendo i maroni con le vostre minchaite, ma pesantemente eh.

    15. nico aka tenente Drogo ha detto:

      inutile, ovvero non indispensabile al nutrimento della specie umana
      se poi ti piace e te la vuoi mangiare è un altro paio di maniche, ovviamente

  3. Mauro ha detto:

    il paragone con la camicia cinese sporca di sangue è fuori luogo

    Mettere sullo stesso piano le morti bianche in Cina coi macelli è sbagliato nel principio.

    Mango carne, ma faccio in modo che sia poca, una o due volte la settimana, e preferibilmente,ma non sempre possibile, proveniente da allevamenti che rispettano l’animale durante la sua vita.

    1. MAurizio ha detto:

      Immagino che quegli animali TI saranno molto riconoscenti .. 🙂

    2. Mauro ha detto:

      muoriamo tutti Maurizio, nulla è eterno

    3. MAurizio ha detto:

      Conosci la barzelletta del maialino con la gamba di legno ?
      Una signora chiede notizie al proprietario sul perchè il maialino fosse invalido.”E’ che ci siamo affezionati a lui. Lo mangiamo un pezzo alla volta”

  4. quinzi ha detto:

    Sto continuamente pensando ad un post di Francesca sull‘hamburger di ciuccio in sardegna.Credo l‘unica vera innovazione in fatto di hamburger.
    Che dite,me la magno?
    PS. Le etichette cerco di non guardarle mai

  5. enrico ha detto:

    giuria di intellettuali animalisti?

  6. Alessia ha detto:

    Non condivido (se i vegani rompono non é un buon motivo per non fare scelte etiche) però che penna. Complimenti davvero

  7. Tilma ha detto:

    Scusate, è la prima volta che scrivo. Sono una ragazza, vegan da un paio d’anni, per ragioni di tipo etico. Secondo me il punto non è solo mangiare carne o no, ma è mettere in discussione ogni aspetto del proprio quotidiano (mezzi di trasporto, cosmetici, cibo, abbigliamento…). Personalmente, non punto mai il dito contro nessuno, ma anzi mi piace trovare qualcuno che metta in dubbio le mie certezze in modo da vedere le cose sotto una diversa angolazione. Dicono che a non mangiare carne si inquina di meno il mondo, ma probabilmente ammazzerò più pesci io più di voi visto che mi ostino ancora a tingermi di biondo platino. 🙂 Un saluto a tutti!

    1. Cristian ha detto:

      Quindi ti sposti solo in bicicletta ed eviti tutto ciò che è di derivazione animale (colore a parte)?

      E compri solo cose tessute a mano oppure con confezionamento interamente di filiera “sicura”?

      Perché guarda che è molto (ma molto) difficile sapere la provenienza di tutto, fino all’ultimo filo.

      Lo dico senza polemica, per capire, perché l’argomento è comunque molto interessante.

    2. Tilma ha detto:

      E’ proprio questo il punto, il fatto che la perfezione non esiste. Per informarsi ci vuole un sacco di tempo ed energie. Il fatto che io non mangi carne non mi mette su un piedistallo, per quello ho espresso quel paradosso prima. L’importante è provarci, informarsi per quanto si può, nessuno è “migliore”.

    3. carlo59 ha detto:

      hai tutti i diritti di essere vegana, come esistono i Testimoni di Geova. Mi auguro che, se servira’, non vieterai ai tuoi figli la carne.

    4. Tilma ha detto:

      Paragonare i vegani ai testimoni di Geova mi sembra perlomeno curiodo, neanche mia nonna che ha 80 anni farebbe un commento così. Comunque dal punto di vista della salute è stato stradimostrato che si può vivere senza carne.

    5. gianluca ha detto:

      si può vivere anche senza un rene.
      che argomentazione stupida….

    6. jade ha detto:

      perché devi sempre giudicare ?
      si può vivere senza carne e senza un rene. sì. e quindi?
      cosa c’è di stupido in questa affermazione?

    7. gianluca ha detto:

      domanda ” Mi auguro che, se servira’, non vieterai ai tuoi figli la carne.”

      riposta “Comunque dal punto di vista della salute è stato stradimostrato che si può vivere senza carne.”

      se non è stupida questa risposta…..potresti vendere un rene di tuo figlio, tanto si può vivere senza.
      e ti metti da parte pure i soldi per la cucina nuova.
      ma che risposta è?

      dai jade, per piacere…..
      tutti giudicano, indipendentemente che lo scrivano o no. tu in primis….

    8. gianluca ha detto:

      e poi io non ho giudicato e non giudico mai la persona, ma semplicemente l’argomentazione, ossia quello che lei ha deciso di scrivere.
      non scrivere MAI “sei una stupida” ma “che argomentazione stupida” si.
      se uno non vuole commenti a ciò che scrive, evita semplicemente di scriverlo. se vuoi entrare in una discussione, è ovvio che gli altri giudicheranno ciò che scrivi.
      non prendiamoci in giro con giochetti di parole inutili.

    9. jade ha detto:

      è il solito discorso sui toni che ti facevo in un altro post.
      c’è modo e modo di dire le cose, credo. tutto qui.
      e invece certe volte pur di fare la boutade ci dimentichiamo del garbo.
      (lo dico anche a me stessa, sia chiaro)

    10. TheSopranos ha detto:

      Io TI GUDICO troppo “professorino”. O “dottorino”, per citare “Un sacco bello” 😀

    11. gianluca ha detto:

      il garbo è il portone di ingresso per il regno dell’ipocrisia 🙂
      per dire, se qualcuno pensa qualcosa preferisco che me lo dica in faccia e sticazzi del garbo.

      sopranos giudica quello che scrivo, se ne sei in grado.
      il giudizio su una persona che non conosci può essere al massimo un’altra stupidaggine scritta.
      anche se a me, sia chiaro, di te e dei tuoi giudizi, non me ne frega proprio nulla.
      ma poi si inizia con la trittitera degli insulti personali e del flame fine a sè stesso, da cui mi defilo subito.
      a me interessano le argomentazioni e basta.

    12. jade ha detto:

      OT alla grandissima, direi di chiuderla qui.
      ipocrita è chi dice qualcosa che non pensa.
      garbato è chi sa esprimere il suo disaccordo su un’opinione in maniera gentile.

    13. gianluca ha detto:

      sciocchezza, idiozia, baggianata, fesseria, cavolata.
      non esistono nella lingua italiana altri sinonimi più garbati per esprimere lo stesso concetto. o forse tu ne conosci altri…..?

      se fossi stato sgarbato avrei detto “grandissima puttanata” oppure “cazzata assoluta”, che ne so.

      e poi dal mio punto di vista è molto più sgarbato stare qui a dirmi ma tu fai così ma tu sei così ecc…piuttosto che argomentare un concetto o commentarlo, anche definendolo “stupidata”.

      ecco perchè parlo di ipocrisia, pensi che la sgarbatezza stia nella volgarità del termine utilizzato? la sgarbatezza, così come la maleducazione, sta nel concetto, non nella parola.

      se tu pensi che ho scritto una stronzata e cerchi un linguaggio garbato per dirmelo, per me è già di per sè ipocrita, perchè una cazzata resta una cazzata, indipendentemente dalla parola con cui la identifichi.

      non siamo mica qui a scrivere poesie.

      ma qui siamo veramente offoffoff

    14. TheSopranos ha detto:

      “…giudica quello che scrivo, se ne sei in grado…”.
      Commento OT, poi mi siedo mooolto volentieri con i miei pop corn. Risposta:
      No, non sono in grado.
      E poi aggiungo: Troppa fatica per me trovare risposte ai tuoi commenti: non foss’altro che dovrei poi commentare il 95% degli articoli di Dissapore, visto che ti trovo come commentatore quasi sempre.
      Non ho questa vasta cultura su tutti questi aspetti, altrimenti sarei un tuttologo, non un semplice lettore di blog.
      Detto questo, termino l’OT.

    15. gianluca ha detto:

      appunto è quello che dico io, se non hai argomenti, l’unica cosa che puoi fare è limitarti a leggere.
      se poi i commenti che scrivi sono pure inutili giudizi personali, allora ancora di più.

    16. nico aka tenente Drogo ha detto:

      sei un grandissimo ignorante (e non è un insulto è una constatazione)

      non è affatto la stessa cosa

      senza un rene è dimostrato scientificamente che si vive in condizioni peggiori
      senza carne è dimostrato scientificamente che, con un’alimentazione equilibrata e il necessario apporto di proteine, si vive benissimo …. qualcuno sostiene persino meglio

      “Lei è ignorante nel senso che ignora”, diceva Giorgio Almirante
      (“quelli che Almirante parla bene, oh yeah”)

    17. gianluca ha detto:

      mamma che palle oggi, capitano tutti me.

      ma sei capace a leggere?
      “hai tutti i diritti di essere vegana”, stiamo parlando di alimentazione vegana, non del semplice non consumare carne.

      è dimostrato scientificamente che l’alimentazione vegana è carente dal punto di vista nutrizionale, tant’è che devi assumere degli integratori.

      allora chi è l’ignorante?

      prima di sparare nomi a caso, potresti leggere meglio, che ne dici?

    18. gianluca ha detto:

      e poi si parlava pure di bambini. prova a chiedere a un pediatra se crescere un bambino con alimentazione vegana significa per lui “vivere meglio”.
      ma qui siamo oltre la follia pura.
      se volete fare i vegani, fatelo voi, lasciate stare i bambini che non devono pagare sulla propria pelle i vostri capricci da benestanti viziati. se vorranno essere vegani lo decideranno loro, coscientemente, quando saranno adulti.
      e che palle, bis.

    19. Fabrizio Pagliardi ha detto:

      Gianluca ignori anche che Niko non é vengano e lo posso testimoniare avendolo visto fisicamente mangiarla

    20. Fabrizio Pagliardi ha detto:

      Gianluca ignori anche che Niko non é vengano e lo posso testimoniare avendolo visto fisicamente mangiare carne.

    21. gianluca ha detto:

      ah, quindi ancora peggio!!! ma che bello 🙂

    22. carlo59 ha detto:

      Gianluca ignori che Niko mangia… e mangia…. e mangia … e mangia….

    23. nico aka tenente Drogo ha detto:

      mannaggia alla piattaforma, che dopo un po’ non indenta più e rende possibile rigirare le frittate

      riepiloghiamo:

      A dice: “Comunque dal punto di vista della salute è stato stradimostrato che si può vivere senza carne.”

      A ovviamente ha ragione

      B replica con una battuta: “si può vivere anche senza un rene.
      che argomentazione stupida…”

      B in pratica ci sta dicendo che non mangiare carne è un po’ come non avere un rene, è come avere un handicap

      capito perché sostengo che B è ignorante nel senso che ignora?

    24. gianluca ha detto:

      nico ma sarai tu ignorante, pirla. non capisci quello che leggi e offendi.
      nessuno ha detto che non mangiare carne sia un handicap, ma poichè è stata citata quella come motivazione del doversi privare di carne, perchè è questo che state sostendendo, ho scritto che per me è una stupidata, perchè il fatto che puoi vivere senza qualcosa, non significa che sia giusto farne a meno.
      puoi vivere senza un rene, nel senso che si può sopravvivere in svariati modi, ma non per questo significa che vivere in quel modo sia giusto.
      ora ti è più chiaro o ti devo fare un disegnino?
      e una volta ignorante passi, e due mica tanto, alla terza ti rispondo: sei un idiota.
      pensa prima di scrivere, pirla.
      e non ho certo iniziato io a offendere,

    25. nico aka tenente Drogo ha detto:

      Carlo ha 85 anni (seppure portati benissimo)
      non è cortese quello che scrivi

    26. carlo59 ha detto:

      li porto bene perche’ mangio la carne ;=)

  8. Fabrizio Pagliardi ha detto:

    Già se passi dal nutrirti al mangiare l’etica se ne va a farsi fottere, se ci aggiungiamo l’aspetto edonistico, sia i divoratori di maialini appena svezzati sia i ricercatori dell’araba fenice, il tofu buono e gustoso, tutti nel terzo cerchio finiranno insieme a Ciacco. I vegetariani al limiti saranno favoriti con un ombrellino per la pioggia nera.

    1. nico aka tenente Drogo ha detto:

      ggggiuro che avevo letto che finivano nel terzo cerchio insieme a Cracco

    2. Fabrizio pagliardi ha detto:

      Vabbe’ credo ci sarà anche lui a tenerci compagnia obbligato a mangiare le ricette della Parodi

  9. gio ha detto:

    Se abbiamo i canini un motivo ci sarà.

    1. MAurizio ha detto:

      Non parliamo dei topini …

    2. gio ha detto:

      Scherzi a parte, essere vegetariani è un lusso della nostra società occidentale. Dove si mangia per sopravvivere non credo ci si pongano tante menate sull’etica della bistecca.

    3. MAurizio ha detto:

      Da quelle parti …ad avercela una bistecca … 🙁

Commenti chiusi.