di Massimo Bernardi 17 Febbraio 2010

I loghi dei blog di Disssapore MediaA un certo punto ho iniziato a fare il foodblogger per un editore romano. Era il 15 marzo 2005, il blog si chiama(va) Peperosso. Altra epoca, un sondaggio nei ristoranti italiani avrebbe agilmente dimostrato che a conoscere il significato della parola blog eravamo in 3. Figurarsi tenerne uno. E per di più tematico. Dopo un anno, qualcuno scrisse che Peperosso aveva cambiato il modo di fare il foodblog. Non era vero, per un motivo inconfutabile. Di foodblog ce n’erano tre o giù di lì, cosa volevi cambiare. Ma (forse) proprio per questo Peperosso fu un successo. 5.000 accessi quotidiani e 15.000 pagineviste superate più volte non sono uno scherzo. Bei tempi, mi sono detto quando insieme a un  manipolo di temerari ho cominciato Dissapore. Irripetibili oggi che di foodblog ce ne sono tanti da saziare ogni appetito. Sbagliavo. Anche Dissapore ha superato quei numeri, prima ancora dell’antenato. Precisamente negli ultimi due giorni, 11 mesi dopo il debutto (16 marzo 2009).

Le statistiche di Dissapore

Statistiche di Dissapore: le pagineviste

Il 22 giugno 2009 è andato online Intravino. Il primo wineblog della mia carriera, il secondo della scuderia che da quel momento abbiamo iniziato a chiamare pomposamente Dissapore Media. Grazie al talento dei suoi autori e dei due editor-in-chief che si sono avvicendati, Fiorenzo Sartore e Antonio Tomacelli, da qualche giorno Intravino ha stabilmente superato i 1.500 accessi quotidiani con oltre 4.000 pagineviste. Mica facile con il vino, un mondo misterioso per me, così tanto potere, così poco sex appeal. Vediamo cosa succede, ma se gli autori continuano a scrivere di vino COME NON SI FA DI SOLITO, niente linguaggio da addetti ai lavori, via gli atteggiamenti da templari in difesa del sacro Graal, le cose per Intravino andranno ancora meglio. Pur essendo già nella sua categoria, il primo o il secondo blog per accessi.

Cosa succede adesso?
Un paio di settimane ancora e lanceremo un nuovo blog, il terzo della serie. Più focalizzzato rispetto a Dissapore (Food news & gossip) e ovviamente a Intravino, sulla cucina. Intravvediamo anche qualcosa di somigliante a una Dissapore.tv. Novità che unite ai siti esistenti apriranno la strada a nuove collaborazioni pubblicitarie. Tra poco festeggeremo il primo compleanno con un ghiotto Dissapore Day a Roma, perciò seguiteci con attenzione. Durante il 2010 proveremo a essere più presenti dove si parla di cibo, il primo grande appuntamento per tutti i foodblogger sarà a Squisito 2010.

Più nello specifico dei siti, tra una settimana sarà online un restyling grafico che renderà più semplice trovare i contenuti che cercate, in particolare, i consigli di Dissapore sui migliori ristoranti/indirizzi, e di Intravino sui vini più meritevoli. In primavera questi consigli saranno rintracciabili anche fuori dai blog ma per ora meglio non dire altro.

Eccomi finalmente ai lettori/commentatori. Noi amiamo leggere i commenti che lasciate, e francamente, i blog di Dissapore Media non sarebbero i siti che sono senza l’aiuto di lettori e commentatori. Ci piacciono le conversazioni, anche accese, facciamo ogni sforzo per costruire una comunità viva, informata, divertente. A breve, renderemo disponibile un nuovo sistema di commenti capace di evidenziare i contributi migliori che aggiungete ai nostri post, penalizzando gli altri, quelli meno utili (troll, eccessi di spam). Lo faremo con la vostra partecipazione, assegnando nuovi poteri ai commentatori più affidabili.

Ma l’investimento migliore continuerà a essere la ricerca di grandi autori per i nostri siti – e la caccia quotidiana alle storie più coinvolgenti.