Arrivare a Identità Golose, date le condizioni meteo, è decisamente un atto d’amore. Milano, vista da Lazio, Marche, Abruzzo e Emilia Romagna, sembra un miraggio lontano, una meta da raggiungere superando Neve, Trenitalia, Aereoporti Italiani e Autostrade SPA. Ma alla fine, in orario e con poche defezioni, la macchina si mette in moto e parte. Quello nell’immagine sopra, è il colpo d’occhio alle ore 16 di oggi.

Neanche il tempo di scongelarci e già le prime sorprese: Massimo Bottura invade lo showcooking di Mauro Uliassi e Moreno Cedroni, il pubblico va in visibilio.

Tutto questo accade mentre allo stand della Monograno Felicetti, Davide Scabin stupisce i visitatori con la pasta anti-stereotipo: fusillo e wrap , spaghettone twa, penna squeeze, monograno Felicetti.

Qualcuno beve un Mojito alla mela, pare sia un ottimo rimedio per combattere il freddo….

Qualcun altro divora l’eccellente ragù di Riccardo Scarselli allo stand Pastificio dei Campi.

Il “fin troppo” accogliente stand di Longino & Cardenal e il suo parterre de roi.

Moreno Cedroni si adopera allo stand di Bonaventura Maschio. Qui lo vedete alle prese con le grappe Prime Uve declinate in modi fantasiosi, dal Mojito alla pera fino agli abbinamenti tipici del sakè. E chi siamo noi per resistergli?

Tranquillo Oliviero, che vuoi che sia una fetta di bresaola in più o in meno?

Poi c’è qualcuno che si sta organizzando per raggiungerci, cavallo-munito. Niko Romito, ti aspettiamo!

commenti (64)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Avatar Antonio Scuteri ha detto:

    La solita compagnia di giro, ha proprio ragione Visintin 😀

    1. Avatar lorenzo cempini ha detto:

      Lei lo dice con ironia, ma è la santa verità.

    2. Avatar Lorenza ha detto:

      Errore. Dei soliti noti mancavi tu 😉

    1. Sì mi associo, io ho mangiato due volte la pasta e la seconda volta gli ho detto di servirmela abbondnate…;-)))

      Che bello ho conosciuto Lorenza…

    2. Avatar Lorenza ha detto:

      Che bello ho conosciuto Isabel!

  2. Avatar Paolo Martini ha detto:

    Sguardi persi, volti ebeti, barbe incolte, capelli lunghi, arruffati ed unticci (foto 2-3-6-7).
    Chef(?) che maneggiano il cibo senza cappello, a mani nude e con orologi e braccialetti vari (foto 2-3-7).

    Quando intervengono i vigili sanitari o i NAS?

    L’impressione è che il cibo e l’alcol proposti siano tutt’altro che gustosi o sani.

    1. Avatar anna ha detto:

      Penso e spero…..sia solo la Sua impressione….forse dettata da non so che …brutto pregiudizio!!!! Non credo sia giusto generalizzare così!!!
      Ritengo che…il cibo proposto sia molto più che “gustoso”!!!! E’ poesia…..è spettacolo….è sicuramente qualcosa proposta dopo tantissime ore di duro lavoro!!!!!
      Complimenti a tutti gli Chef ed im particolare al grande Scabin e a tutto il suo staff!!!!!!

    2. Avatar stella ha detto:

      sono daccordo con te Anna!!
      e solo lo chef che non ha il cappello anche perchè si deve distinguere dallo staff di cucina.
      e poi quanti programmi televisivi inerenti al mondo della ristorazione vengono mandati in onda con personaggi senza cappello indossando orologi e bracciali percing?
      c’è poco da meravigliarsi.

    3. Avatar stella ha detto:

      mio figlio dice che quando una persona esce di casa per andare a mangiare fuori…. non ha voglia di un ragù e di una lasagna!
      ma di un piatto bello da vedere e buono da gustare e se il piatto è anche strano ancora meglio!!!
      perciò w i piatti elaborati e fantasiosi.

      p.s. non sono io il moralizzatore 🙂

    4. Avatar anna ha detto:

      wowwwwwwwwwww……….Stella, tuo figlio ha perfettamente ragione!!!!!!!!!!!!!! il piacere nell’andare a mangiar fuori deve essere ……su tutto!!!!!!!!!!!!! Piacevole da mangiare, piacevole nell’essere coccolata in sala e xchè no…… anche piacevole e sorpendente …. da vedere!!!!!!!!!

      E’ IL PARTICOLARE CHE COLPISCE!!!!!!!!!!!

      E su questo bisogna riconoscere che non tutti ne sono capaci!!!!!!!

      Complimenti ancora al Combal.zero!!!
      😉

  3. e’ proprio vero, questi semidei si permettono atteggiamenti che verrebbero multati da un qualsiasi ispettore a.s.l..e poi che personaggi…….
    perché quando diventano (più o meno giustamente) famosi si atteggiano primedonne ??? molto rari i casi di umiltà e calore umano, genralmente spocchiosi e debordanti…

  4. Avatar Mangio cio`che cucino ha detto:

    Un mix tra Dagospia, Novella 2000, e un giornale da parrucchiera.

    1. Avatar Elena ha detto:

      Ottimo commento! Sembra quasi che se non si solleva la polemica non si è contenti…

    1. Avatar jpjpjp ha detto:

      sì ma quanti veramente pagano?

  5. Avatar Luca ha detto:

    A sti prezzi e per lo spettacolo poverrello, certo che si: la solita compagnia di giro che cerca di sopravvivere. Chi scrive, chi fotografa, chi spinge: alfin bisogna pur vivere di qualcosa? La tristezza del circo , con gli animali costretti – senza guanti e cappelli -, l’aria che nel 2012 altrochè Maya, la festa è davvero già finita. ( bellissimo vedere che chi salta qualche edizione, non perde colpo per esserci in un qualche altro modo )