di Massimo Bernardi 11 Ottobre 2011

Chi è Mario Biondi se non il Barry White dei leghisti? (© Vauxhall). E chi è Umberto Buratti, sindaco di centrosinistra di Forte dei Marmi, se non l’eroe di giornata al cui regolamento comunale dobbiamo prontamente dare seguito? Siccome tutto si tiene, caro lettore, oltre ai kebab, ai pub anglofoni, ai fast food di ogni bandiera, bisogna chiudere subito:

— Tutte le pizzerie di New York, ca**o ci fa la pizza sull’Hudson? Mica gli hanno arso i fast food all’ammericani.

— Tutti i giapponesi di Milano, che poi, tra l’altro, l’anisakis causa la morte dopo 3 passi.

— (chettelodicoafare) Tutti i cinesi del pianeta esclusa la Cina, quelli che capisci di aver cannato il posto dieci secondi dopo essere entrato, con procedura d’urgenza.

— Due bastonate nei denti anche a California Bakery. Polemizzate sulle 12 moschee a Milano, e non dite niente sulla moltiplicazione delle California Bakery?

E POI SCUSATE, MA:

— Via la polenta da Roma.

— Via i carciofi alla romana che declassano il centro di Milano peggio di Moody.

— Via il ragù alla bolognese da… no, il ragù alla bolognese non esite.

— Voi a Torino, mangiate l’ultima struggente mozzarella di bufala con la pistola puntata alla tempia perché dopo — zac — via pure quella.

— Via la carne argentina dalla Toscana, voi fiorentini dovrete rifarvi una vita.

E RI-SCUSATE MA:

— Che il nanetto Heinz Beck se ne torni in Baviera, visto che  qualcosa di tedesco nella sue pentole sicuramente lo mette.

— Che il cubano chef de partie al ristorante All’Oro di Roma venga rispedito all’Havana, ci ha pure i dreadlock. E addio alle mejo cacio e pepe di Roma, di mano notoriamente extracomunitaria. Roy Caceres, funambolico chef colombiano del Metamorfosi, foglio di via dalla capi.

— L’italianissimo Giovanni Passerini vuol fare il bistrò a Parigi. Guardatemi, capito come la penso? (Non potrei mai giocare a burraco, sono troppo espressivo).

UH ULTIMA COSA, MA:

— Non per xenofobia, però mica vogliamo farci mancare la mozione sulla purezza della lingua? Allora clap your hands se preferite “Ora Felice” a “Happy Hour”.

— Avete uscito la parola brunch nel 2011? Secondo me parlate da un telefono a gettoni. Trovo “Pasto Leggerino in Piedi” più in sintonia con lo spirito del tempo.

— Esiste ancora il Take-Away e gente che lo dice? Dalle parti di Forte dei Marmi son passati a “Prendi e porta a casa” da mo’.

— E per ultimo: nessuno si azzardi più a fare late-night show titolati “Maurizia e gli amici de las noches”, impuniti esterofili.

P.S. Forte dei Marmi? Ma consegnatelo definitivamente alle Ferrari e alle Humvee dei ricchi russi, e se prima o poi i fortemarmini di estingueranno, beh, io ve lo dico: addio.
P.S. 2 Tornare a Forte dei Marmi? Avvisatemi quando cambia il sindaco.

[Crediti | Link: GQ.it, Corriere.it, immagine: Guardian]