di Massimo Bernardi 4 Aprile 2010

Nuovi santi

Qualcuno pensa che dovremmo assolutamente comprare un iPad. Altri pensano che non. Qualcuno pensa che l’iPad salverà i giornali [inserire qui un mezzo a scelta]. Altri no. Non sarebbe sbagliato ricordarsi che è solo un computer. Anche se i pezzi venduti durante il primo giorno sarebbero 700.000.

Certo, il design industriale di Apple è inimitabile. Individuato un problema lo risolvono nel modo più semplice, costringendo i concorrenti a inseguire. Noi stessi, in queste ore, oscilliamo tra eccitazione vertiginosa e annoiato cinismo. Ma sostenere che l’iPad possa salvare qualsivoglia settore significa ignorare le basi dell’economia. Giornali, riviste e tivù continueranno a rispondere alla legge della domanda e dell’offerta.

Il nostro “inviato” a New York con il suo iPad

Tuttavia, non sbalordire è praticamente impossibile. Riviste che rinascono attraverso i video, giornali aggiornati istantaneamente e belli come non mai, programmi tv personalizzati. C’è chi pensa di portarselo a letto armato di cuffie per vedere qualcosa di diverso dal programma preferito di sua moglie, chi pregusta lunghe sedute in bagno. E l’iPad sembra perfetto per leggere, navigare o controllare la posta sul divano di casa, dove un computer portatile sarebbe ingombrante e l’iPhone poco adatto a una lettura confortevole.

Ma soprattutto, ci sono 1.700 pazzesche applicazioni già disponibili.

Vediamo da vicino le più appetibili per i gastrofanatici.

iBooks : Volete sfogliare in pace il vostro libro di ricette preferito? iBooks, il negozio di ebook che Steve Jobs ha presentato durante il keynote di febbraio, è al momento la migliore applicazione disponibile su iPad. Scopriremo tra poco se qualcun altro (Amazon) saprà fare meglio. Gratis.

NYT Editors’ choice. Per il momento, il New York Times offre una selezione di notizie dal giornale. Per vedere l’applicazione vera e propria dobbiamo aspettare che il Times risolva il contratto con Amazon per il suo lettore Kindle. Gratis.

Epicurious. L’applicazione di Epicurious per iPhone, è stata scaricata un milione di volte nei primi 6 mesi. Questo perché, con il suo mostruoso database di ricette si è rivelata più utile rispetto alla valanga di ricettari sbarcati nel negozio Apple. Accadrà lo stesso con l’iPad? E’ molto probabile. Gratis.

Air Video. Chi memorizza molti video nel suo computer e ama guardarli sull’iPod, sa già che questa gloriosa applicazione è la soluzione ideale. La versione per iPad dovrebbe essere la migliore opzione per guardare i video scaricati da internet senza intasare il disco rigido.

National Geographic World Atlas (Alta Definizione). L’applicazione del National Geographic promette l’esplorazione del mondo attraverso le mappe più accurate, belle e semplici da usare. Costa 1.99 dollari.

La classifica delle applicazioni per iPad dopo il primo giorno di vendite

Steve Jobs nel negozio Apple di Palo Alto, in California.

[Fonti: Area51, Gizmodo, Yahoo News, Atlantic, Mercury News, Apple. Immagini: Gizmodo, Papero Giallo, Apple, Mercury News]