di Lucia la Gatta 18 Aprile 2012

Lo so che molte non vogliono rinunciare, per le loro nozze, a indossare un abito bianco stile principessa Sissi o vogliono stringersi in un corpetto tipo cortigiana davanti al Re Sole. Ma prima che scatti un attacco di panico se lo specchio riflette una immagine – non proprio – da silfide, sappiate che un rimedio… c’è. E’ l’ultima moda (ettepareva) e arriva gli States (chettelodicoafare). Si chiama NEC, la dieta drastica per perdere velocemente gli ultimi chili prima del fatidico giorno. E qui non si parla di Dukan, metodo Pasternak seguito da Lady Gaga, o dieta a Zona.

Si tratta di una dieta-lampo da 10 giorni, durante i quali ci si nutre unicamente grazie ai liquidi che arrivano direttamente con un tubicino infilato dal naso dentro l’esofago e poi lo stomaco, senza potersi permettere null’altro, a parte l’acqua naturale.

Il risultato è assicurato: dopo i controlli medici iniziali, l’installazione del sondino collegato a un mini raccoglitore portatile del liquido nutriente, si inizia a dimagrire immediatamente, arrivando, in soli 10 giorni, a perdere anche 8-10 chili. Il sondino naso-gastrico nutre grazie a un mix ricco in proteine, completamente carente in carboidrati, ma in cui vi sono anche lassativi, per permettere al corpo di ehm, scaricare le scorie, vista l’assenza di fibre nel regime nutrizionale.

Ma se la moda mostruosa sbarca da oltre Atlantico, la paternità, sappiatelo, è tutta italiana. Infatti, l’acronimo di Nec sta per: nutrizione enterale chetogena ed è un metodo applicato al Policlinico di Roma agli obesi, affinché perdano velocemente molti chili. A metterlo a punto è stato Gianfranco Cappello, docente di chirurgia generale alla Sapienza.

Devo dire che un po’ mi ha lasciata perplessa la foto sul New York Times, in cui una donna sottoposta a questo trattamento si mostrava così felice di farsi intubare. E’ vero che come dicevano certe nonne: “chi bella vuole apparire un po’ deve soffire”, ma così non è troppo!

O io sono superata e sottovaluto la sofferenza sfiancante di una dieta low-carb?

[Crediti | Link: Corriere.it, New York Times, immagine: New York Times]