di Prisca Sacchetti 15 Aprile 2011

Sono pressoché certo di essermelo chiesto anni fa, al tempo del McItaly, il panino di McDonald’s patrocinato dal Ministero delle Politiche Agricole (anche a distanza di tempo nun se po sentì).

Tuttavia la situazione di Luca Zaia, leghista, presidente delle Regione Veneto, mi pare essersi aggravata: un tempo farneticava di champagne autarchico (il Prosecco) e sciopero dell’ananas (?) come qualunque bimbominkia con la data di scadenza – brevissima – tatuata nell’encefalo.

L’altro giorno ci ha invitato dalla pagine della Padania a “consumare i nostri prodotti preferendoli a quelli stranieri, in particolare francesi”. Il chiodo fisso del boicottaggio alimentare come ritorsione: via il camembert dentro il gorgonzola. Il bello è che lo fa con l’espressione di trucidità ingrugnata che assumono i soprammobili riproduttivi quando annusano il quarto d’ora di celebrità. Non trovate?