Interessati all’avvicendamento tra Elisa Isoardi e Antonella Clerici a La prova del cuoco esclusivamente come elargitori di canone (nuovo contratto da 1.800.000 euri per la seconda, nella speranza che non ci costringa a stipendiare fidanzati), temiamo attacchi di foruncolosi al pensiero della Isoardi incatenata.

(E’ pur sempre la gastrofanatica con cui i lettori di Dissapore avrebbero voluto dormire nel 2009). Specie nel caso in cui ci trovassimo nei paraggi. E voi, appassionati allo psicodramma del mezzodì televisivo? Tifosi di una o dell’altra? O attirati solo dalle catene? (Per i frustini ripassare).

commenti (19)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Io voto per il ritorno di Antonella … la conduzione di Elisa è francamente ed obiettivamente imbarazzante!! Il mio non vuole essere un insulto gratutito nei confronti di questa nuova levaq delle presentatrici RAI ma Antonella è tre spanne sopra Elisa.

  2. Eh si, scusate, ma mi sembra proprio appropriato !!!!

    p.s. mai stato interessato a nessuna delle due e nemmeno a catene e frustini……mi devo preoccupare ???

    .

    Ciao

    1. Avatar fabrizio scarpato ha detto:

      Ma come Vigna… non sei tu quello che va matto per le tagliatelle di nonna Pina risottate in padella ? Dai confessa. 😉

    2. No, ricordi male, io semmai potrei essere interessato alla nipote di nonna Pina……ammesso che ne abbia una.
      .
      Per la pasta risottata, che comunque non adoro, preferisco andare sul sicuro: vado dal grande Lorenzo a Forte dei Marmi !
      .
      Ciao

    3. Avatar alfredo ha detto:

      In ogni caso il risotto non si potrà mai fare “pastato” o impastato perché è disgustoso:-))

      Se bisogna guardare la prova del cuoco meglio la presentatrice più originale cioè Antonella Clerici.

    1. Avatar Francesco ha detto:

      Ben detto, Domenico. Elisa è creatura meravigliosa. 🙂
      Altro che incatenarsi! Deve usare le catene per chiudere i cancelli della Dear quando c’è la Clerici dentro, e poi inseguirla per gli studi con il frustino.
      Ecco: la Clerici frustata a sangue dalla Isoardi potrebbe risultarmi persino simpatica, per una volta. 😀

    2. Avatar alessandra ha detto:

      che spirito di patata lessa france tu neanche frustato a sangue saresti simpatico

  3. Avatar alessandra ha detto:

    antonella è unica solare allegra simpatica umile e colta il che non guasta A CASA LA ISOARDI E CON LEI TUTTE LE SGALLETTATE RACCOMANDATE DA DEL NOCE

  4. Avatar Giulio ha detto:

    La Isoardi all night long (con o senza frustini).

    Clerici torna a occuparti di tennis.

  5. Avatar Paola ha detto:

    Antonella Clerici assolutamente! Fa arrabbiare tutti perchè è lì assolutamente a caso, non se ne intende di nulla e non è in grado neanche di fare un impasto!
    Questa maledetta invece ha il tipo atteggiamento da prima della classe, roba da pucciarle la treccia nell’inchiostro.
    E poi si vuole ingraziare gli anziani… OH se si vuole ingraziare gli anziani…

  6. se torna la clerici io torno a NON guardare la prova del cuoco, come facevo prima, la isoardi perlomeno nn sembra una escort agée che nn vuol rinunciare a push-up (anzi, push-out) e tacchi inutili (perche’ resta una tappa sui trampoli, e manco ci sa camminare)
    ..senza parlare del sorriso eternamente falso della clerici in qualunque occasione e dell’espressione bovina quando legge il gobbo..
    davvero c’e’ qualcuno che preferisce la clerici? donne? ma nn e’ che la isoardi susciti una qualche antipatia nelle donne perche’ e’… e’… e’… cosi’? XD

    1. Avatar alessandra ha detto:

      perchè è così cosa ? forse volevi dire perchè è così oca? o forse volevi dire che per arrivare lì si è dovuta fare del noce? no grazie non la invidio ne per la prima ne per la seconda

  7. Avatar Grimilde! ha detto:

    Elisa Isoardi: addio ai fornelli, benvenuta Linea Verde

    31 mag – Rimasta orfana della conduzione de La prova del cuoco, Elisa Isoardi sembrava destinata ad affrontare un periodo piuttosto difficile (professionalmente parlando), ma qualche giorno fa è giunta per lei una notizia che ha alleviato la tristezza: a partire da settembre sarà la prima donna a condurre in singolo Linea Verde, lo storico programma della domenica mattina alla scoperta del territorio italiano e delle sue bellezze storiche e artistiche, con una strizzatina d’occhio alle tradizioni gastro del nostro paese.

    Alla fine, dunque, la Rai non ha potuto negare ad Antonella Clerici il ritorno alla Prova del cuoco, nonostante le proteste di Elisa Isoardi che recentemente aveva dichiarato di essere pronta ad “incatenarsi ai cancelli della Rai” pur di non lasciare il programma. A questo punto non resta che chiedere a Massimiliano Ossini, che ha condotto il programma domenicale per ben quattro anni, cosa ne pensa della scelta di sostituirlo: non dovrebbe essere “risarcito” anche lui?

    completo e commenti su trendystyle.it


    insomma la Prova tornerà per la cuoca, per i frustini toccherà passare alla domenica

    1. Avatar sei mesi dopo ha detto:

      impreparata preparatissima

      11 dic – A cosa serve Linea Verde? A perpetuare una tradizione che si perde nella notte dei palinsesti: l’omaggio domenicale della prima rete nazionale alla vita dei campi, nell’Italia di cinquant’anni fa la rubrica si chiamava A come Agricoltura, […] arriviamo così a Elisabetta Isoardi. Comandata a vagare con l’elicottero indossando la giacca a vento, la cerata o la cacciatora maremmana, […] anche avendo a disposizione l’elicottero potrebbe non essere una passeggiata, attraversare l’Italia senza avere uno straccio di preparazione sulla sua realtà agroalimentare. Ma il destino della Isoardi è quello di venire catapultata in video a capocchia, in campi e contesti di cui non sa assolutamente niente. Ne consegue che sull’impreparazione è preparatissima, si muove a occhi chiusi e a occhi chiusi potrebbe anche pilotare l’elicottero. C’è solo un rischio di cui deve tenere conto, la nostra debuttante allo sbaraglio: che come accadde alla Prova del cuoco cominci ad appassionarsi alla materia e a capirci qualcosa.

      Nanni Delbecchi sul Fatto quotidiano