di Massimo Bernardi 29 Aprile 2010


Interessati all’avvicendamento tra Elisa Isoardi e Antonella Clerici a La prova del cuoco esclusivamente come elargitori di canone (nuovo contratto da 1.800.000 euri per la seconda, nella speranza che non ci costringa a stipendiare fidanzati), temiamo attacchi di foruncolosi al pensiero della Isoardi incatenata.

(E’ pur sempre la gastrofanatica con cui i lettori di Dissapore avrebbero voluto dormire nel 2009). Specie nel caso in cui ci trovassimo nei paraggi. E voi, appassionati allo psicodramma del mezzodì televisivo? Tifosi di una o dell’altra? O attirati solo dalle catene? (Per i frustini ripassare).