di Massimo Bernardi 26 Maggio 2010

Il paese che non ti aspetti. Un giorno (ieri) il ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini vuole riformulare il calendario scolastico (“posticipiamo l’apertura a Ottobre per dare una mano al turismo italiano”), un altro (oggi) la manovra economica del governo stanga Roma nel suo settore nevralgico, il turismo, con l’introduzione di una tassa fino a 10 euro, a persona, per ogni notte trascorsa in hotel. Poi dice l’Unione Europea.  [Fonti: Il Tempo, Corriere.it]