di Andrea Gori 6 Ottobre 2011

Dissapore segue in diretta la presentazione della guida “I ristoranti d’Italia 2012” dell’Espresso. La pagina NON si aggiorna in automatico, fate spesso refresh.

ORE 10:20 – ASPETTANDO LA GUIDA. Oggi, in cima alla classica degli eventi livebloggabili c’è la guida 2012 dell’Espresso con buona pace dei piccoli fan di Masterchef. Ad ogni modo, più che uno schermo in questo momento sto guardando il padiglione semideserto del Mercato Centrale di Firenze che a ha ancora un’aria un po’ spettrale. Buongiorno a tutti, eh.

ORE 10:35 – Siccome i risultati non arriveranno prima delle 11, bene che vada, inganniamo l’attesa riepilogando i risultati della guida 2011. TRE CAPPELLI: Osteria La Francescana di Modena con 19,75, il voto più alto mai assegnato nella storia della Guida, quindi Le Calandre di Rubano e Vissani di Baschi con 19, 5. La Pergola di Roma e Uliassi di Senigallia con 19. Combal.Zero di Rivoli, Dal Pescatore di Canneto sull’Oglio, Cracco di Milano, Enoteca Pinchiorri di Firenze, Piazza Duomo di Alba, Reale di Rivisondoli, Villa Crespi di Orta San Giluo con 18,5. Il Duomo di Ragusa Ibla, Il Canto di Maggiano, La Madia di Licata, Torre del Saracino di Vico Equense con 18.

ORE 10:40 – Non correre appresso a ogni previsione resta sempre una grande idea, ma se volete farle i commenti son lì apposta. Nel frattempo, qui dicono tutti che la guida del Gambero Rosso ha tolto le 3 forchette a l’Enoteca Pinchiorri di Firenze.

ORE 10:45 – Nell’edizione 2011 tra 3 e 2 Cappelli a salire di più furono Uliassi, Piazza Duomo e Reale che quest’anno ha cambiato sede.

ORE 10:47 – Una parte dei risultati della guida 2012 sono stati anticipati dal curatore Enzo Vizzari, sono questi: Pranzo dell’anno è di Enrico Crippa, Piazza Duomo ad Alba
Giovane dell’anno è Francesco Sposito di Teverna Estia.
Novità dell’anno è il Caffé Quadri di Venezia

I sette giovani emergenti 2012
Gian Michele Galliano, Valentine a Roburent (Cn)
Donato Damiani, Serendepico a Capannori (Lu)
Paolo Gatta, Pascià a Invorio (No)
Andrea Aprea, Park Hyatt a Milano
Sergio Preziosa, Galù a San Secondo Parmense (Pr)
Arcangelo Tinari, Villa Maiella a Guardiagrele
Giuseppe Mancino, Il Piccolo Principe a Viareggio

I piatti dell’anno
Risotto al Pomodoro al Cinzia di Manuel e Christian Costardi

ORE 10:50 – Attenzione, vi passo i TRE CAPPELLI del 2012:

ORE 10: 53 – E questa è una parte dei Due Cappelli 2012:

ORE 10:55 – L’altra parte dei Due Cappelli:

ORE 11:00 – Un cappello 2012, hem, mi scuso per la foto:

ORE 11: 05 – Ora diamo un ‘occhiata alle regioni, il Piemonte:

ORE 11:07 – La Lombardia:

ORE 11:12 – Il Veneto:

ORE 11: 14 – La Campania:

ORE 11:17 – La Sardegna:

ORE 11:19 – La Calabria:

ORE 11:22 – Il Lazio:

ORE 11:24 – L’Umbria:

ORE 11:26 – Friuli Venezia Giulia

ORE 11:31 – Trentino Alto Adige:

ORE 11:34 – Liguria:

ORE 11:35 – Emilia Romagna:

ORE 11:38 – Toscana:

ORE 11:40 – Marche: fate attenzione al ristorante La Costarella (voto 15), qui qualcuno sussurra che sia chiuso, ma non è una notizia verificata.

ORE 11:49 – Ce la vogliamo prendere una pausa dalla cosultazione delle regioni per ammirare l’eleganza sartoriale di Enzo Vizzari, curatore della guida, in questo momento sul palco?

ORE 11:55 – Sulla guida 2012 anche le recensioni di Stefano Caffarri, Leonardo Ciomei e Fabrizio Scarpato, tutti ex editor di Dissapore. Nell’edizione 201o l’ospite fu Stefano Bonilli, l’anno scorso Marco Bolasco, Alberto Cauzzi e Giancarlo Maffi.

ORE 11:58 – Abruzzo:

ORE 12:01 – La Puglia:

ORE 12:05 – Basilicata:

ORE 12:25 – Se siete pronti per un corso sull’abbreviazione dei discorsi altrui vi riassumo per punti cos’ha detto Enzo Vizzari della guida 2012.

1. Il ricambio generazionale porta a nuova cucina italiana anche per chi è legato alla tradizione.
2. Identità e patrimonio (di ingredienti, ricette, tradizioni) sono i valori della cucina di qualità.
3. W chi fa ricerca sui prodotti non solo locali, basta km zero, chissenefrega (applausi scroscianti).
4. Non voglio mangiare per forza contadino, voglio mangiare bene (stoccata a Carlo Petrini e a Slow Food?)
5. Stessa cosa per i vini biologici e biodinamici. Va bene, ma prima devono essere buoni.
6. I ristoranti italiani soffrono, più di tutti la fascia media. Bene o male chi fa qualità porta a casa il risultato.
7. Il critico deve riconoscere la qualità, questo è il suo ruolo.
8. A cosa servono le guide di carta? Non a dare medaglie, non lavoriamo per i ristoratori ma per chi le compra. Che le guide viaggino in rete o su carta poco importa, peró sulla carta ci sono i nomi sulla rete no (applausi scroscianti e un po’ di parte.)
9. Nel settore mobile le nostre guide sono al numero 1 del Wine & Food per accessi.
10. Grazie ai collaboratori e i camei che guarda caso vengono dal web: Fabrizio Scarpato, Leonardo Ciomei, Giancarlo Maffi, Marco Bolasco, Alberto Cauzzi, Stefano Caffarri.

ORE 12:36 – I premi ora, novità dell’anno è il Ristorante Quadri di Venezia, patrocinato dalla famiglia Alajmo de Le Calandre.

ORE 12: 40 – In questo momento, tutti i premiati con i 3 Cappelli, vale a dire molti degli chef migliori d’Italia, sono sul palco per ringraziare.

ORE 12:45 – Lo chef Enrico Crippa del Piazza Duomo di Alba ritira il premio per il Pranzo dell’anno.

ORE 12:48 – Simone Pinoli de La Pergola di Roma è il maitre dell’anno.

ORE 12:54 – Avevamo tralasciato alcune regioni, scusate. La Sicilia:

ORE 12:55 – La Val d’Aosta:

ORE 13:00 – Francesco Sposito del ristorante Taverna Estia di Brusciano è il giovane dell’anno.

ORE 13:05 – Volete sapere movers & shakers, insomma, chi sale e chi scende nella guida 2012? Eccoli qui, in questa tabella del sito L’Espresso Food & Wine.

ORE 13:19 – Tre primi piatti come ricette dell’anno. Carnaroli pomodoro e basilico di Christian Costardi (Hotel Cinzia), Lasagna partenopea di Antonio Mellino (Quattro Passi), Spaghetto olio, limone, caviale, crema di cozze, Premio De Cecco per la pasta dell’anno ad Antonino Cannavacciuolo (Villa Crespi).

ORE 13:21 – Tra le regioni mancavano il Molise:

ORE 13:23 – E L’Alto Adide:

Ore 13:37 – Non voglio allungare il brodo, tanto ormai, vista l’ora, mi vengono solo citazioni con il cibo. Lascio le conclusioni ai lettori e agli altri editor di Dissapore, dal Mercaro Centrale di Firenze è tutto, ci ritroviamo alla presentazione della guida 2013.

Tutti i risultati

Val D’Aosta: Mont Blanc Hotel Village La Cassolette Località La Croisette 36, – La Salle (Ao). Vecchio Ristoro da Alfio e Katia Via Tourneuve 4, Aosta. Hotel Bellevue Le Petit Restaurant. Café Quinson Piazza Principe Tommaso 10, Morgex (AO). Le Grenier Piazza Monte Zerbion 1, Saint Vincent (AO). Hotel Hermitage La Chandelle Strada Piolet, Breuil-Cervinia (AO), La Clusaz S.S. Gran San Bernardo Km 12,5 – Loc. La Clusaz, Gignod (AO), Hotel Les Neiges d’Antan Frazione Perrères 10, Breuil-Cervinia (AO), Le Coq au Vin Frazione Villaret 74, La Thuile (AO).  Al Caminetto Località Rumiod Dessus 1, Saint Pierre (AO).

Piemonte: Piazza Duomo Vicolo dell’Arco 1 angolo piazza Risorgimento 4, Alba (CN), Combal.Zero
Piazza Mafalda di Savoia – Castello di Rivoli (TO),  Villa Crespi Via Fava 18, Orta San Giulio (NO), Antica Corona Reale – Da Renzo Via Fossano 13,, Cervere (CN), All’Enoteca Via Roma 57, Canale (CN), Locanda nel Borgo Antico Cascina Lo Zoccolaio – Loc. Boschetti, Barolo (CN), Relais San Maurizio Guido da Costigliole
Località San Maurizio 39, Santo Stefano Belbo (CN), Il Boscareto Resort – La Rei Strada Roddino 21, Serralunga d’Alba (CN), Dolce Stil Novo alla Reggia Piazza della Repubblica 4, Venaria Reale (TO), Guido Via Fossano 19 – Loc. Pollenzo, Bra (CN).

Lombardia. Dal Pescatore Località Runate (Riserva del Parco), Canneto sull’Oglio (MN), Cracco Via Victor Hugo 4, Milano, Trussardi alla Scala Il Ristorante Piazza della Scala 5, Milano, Il Luogo di Aimo e Nadia
Via Montecuccoli 6, Milano, Miramonti l’altro Via Crosette 34 – Loc. Costorio, Concesio (BS), Da Vittorio
Via Cantalupa 17, Brusaporto (BG), Hotel Devero Enrico Bartolini Largo Kennedy 1, Cavenago di Brianza (MB),
Ilario Vinciguerra Restaurant, Via Roma 1, Gallarate (MI), Joia Via Panfilo Castaldi 18, Milano, Grand Hotel Villa Serbelloni Mistral Via Roma 1, Bellagio (CO).

Trentino. El Molin Piazza Cesare Battisti 11, Cavalese (TN),  Locanda Margon Via Margone 15 – Loc. Ravina, Trento, Malga Panna Via Costalunga 56, Moena (TN), Scrigno del Duomo Piazza del Duomo 29, Trento, Orso Grigio Via Regole 10, Ronzone (TN), Costa Salici Via Costa dei Salici 10, Cavalese (TN), Le Due Spade
Via Don Rizzi 11, Trento, Castel Toblino Via Caffaro 1 – Loc. Sarche, Calavino (TN), Maso Cantanghel
Via Madonnina 33, Civezzano (TN), Hotel Hermitage Stube Via Castelletto Inferiore 69, Madonna di Campiglio (TN).

Alto Adige. Hotel Rosa Alpina St. Hubertus Via Micura de Rü 20 – Loc. San Cassiano, Badia (BZ), Zur Rose
Via Innerhofer 2 – Loc. San Michele, Appiano sulla Strada del Vino (BZ), Kuppelrain Via Stazione 16, Castelbello Ciardes (BZ), Hotel Bischofhof Jasmin Via Gries-Griesbruck 4, Chiusa (BZ), Schöneck Via Castello di Schöneck 11 – Loc. Molini di Falzes, Falzes (BZ), Hotel Castel Trenkerstube Vicolo dei Castagni 18, Tirolo (BZ), Hotel Ciasa Salares La Siriola Strada Pré de Vi 31 – Loc. San Cassiano, Badia (BZ), Zum Löwen Via Principale 72, Tesimo (BZ), Hotel La Perla La Stua de Michil Strada Col Alt 105, Corvaria in Badia (BZ), Sissi Via Galilei 44, Merano (BZ).

Veneto. Le Calandre Via Liguria 1 – Loc. Sarmeola, Rubano (PD), La Peca Via A. Giovanelli 2, Lonigo (VI), Perbellini Via Muselle 130, Isola Rizza (VR), Laite Borgata Hoffe 10, Sappata (BL), Gran Caffè & Ristorante Quadri,  Antica Osteria Cera Via Marghera 24 – Loc. Lughetto, Campagna Lupia (VE), Casin del Gamba
Località Roccolo Pizzati, Altissimo (VI), La Locanda di Piero Via Roma 32-34, Montecchio Precalcino (VI), Il Desco Via dietro San Sebastiano 7, Verona, San Lorenzo Via IV Novembre 79, Puos d’Alpago (BL).

Friuli Venezia Giulia. Agli Amici Via Liguria 250 – Loc. Godia, Udine, Pri Lojzetu Dvorec Zemono – Loc. Vipava (Slovenia), Altran Località Cortona 19, Ruda (UD), Il Cecchini Via Sant’Antonio 9 – Loc. Cecchini, Pasiano di Pordenone (PN), La Primula Via San Rocco 47, San Quirino (PN), Al Ferarut Via Cavour 34, Rivignano (UD), Aquila d’Oro Castello di Trussio – Fraz. Ruttars, Dolegna del Collio (GO), Al Giardinetto Via G. Matteotti 54, Cormons (GO), Subida al Cacciatore Via Subida 53, Cormons (GO), Androna Calle Porta Piccola 6, Grado (GO).

Liguria. Paolo e Barbara Via Roma 47, San Remo (IM), Arco Antico Piazza Lavagnola 26/R, Savona, Conchiglia
Via Lungomare 33, Conchiglia, Arma di Taggia (IM), Locanda delle Tamerici Via Litoranea 106 – Loc. Fiumaretta, Ameglia (SP), Il Palma Via Cavour 5, Alassio (SV), Muraglia Conchiglia d’Oro Via Aurelia 133, Varigotti (SV), Agrodolce Via Des Geneys 34 – Calata Cuneo 25, Imperia (IM), Baia del Sole Corso Marconi 30, Alassio (SV),  Hotel Claudio Via XXV Aprile 37, Bergeggi (SV), Doc Via Vittorio Veneto 1, Borgio Verezzi (SV).

Emilia Romagna. Osteria la Francescana Via Stella 22, Modena, Osteria del Povero Diavolo Via Roma 30, Torriana (RN), San Domenico,  Antica Osteria del Teatro Via Verdi 16, Piacenza,  Il Rigoletto Piazza Martiri 29, Reggiolo (RE), Hotel Tosco Romagnolo Paolo Teverini Piazza Dante 2, Bagno di Romagna (FC), Il Piastrino
Via Parco Begni 5, Pennabilli (RN), Marconi Via Porrettana 291, Sasso Marconi (BO), Locanda Liuzzi Via Fiume (Ang. Via Carducci 1), Cattolica (RN), La Palta Località Bilegno, Borgonovo Val Tidone (PC).

Toscana. Enoteca Pinchiorri Via Ghibellina 87, Firenze,  Hotel Certosa di Maggiano Il Canto Strada di Certosa 86, Siena, Il Pellicano Località Sbarcatello, Porto Ercole (GR), Lorenzo Via Carducci 61, Forte dei Marmi (LU), Bracali Via di Perolla 2 – Fraz. Ghirlanda, Massa Marittima (GR), Caino Via Canonica 3, Montemerano (GR), Hotel Four Seasons Il Palagio, Pineta Via dei Cavalleggeri Nord 27 Loc. Marina di Bibbona, Bibbona (LI), Arnolfo Via XX Settembre 50, Colle di Val d’Elsa, Romano Via Mazzini 122, Viareggio (LU).