di Sara Porro 5 Ottobre 2011

Dissapore segue in diretta Masterchef trasmesso da CieloTv (canale 26). La pagina NON si aggiorna in automatico, fate spesso refresh.

Ore 20:30 | Buonasera a tutti e benvenuti alla terza puntata di Quelli che aspettano…Masterchef. (Vi piace il nome? L’ho inventato io).
Ore 20:31 | Allora, cominciamo con il solito roundup degli avvenimenti settimanali, che dite? La prima chicca ce la offre il quotidiano online La Bora, che ospita un articolo dal titolo: Paolone Vidoz rimproverato a Master Chef: “La birra andava usata come ingrediente, non bevuta”. L’articolo fa riferimento a un argomento già affrontato, ma i commenti, ragazzi, i commenti! I più esprimono stima: “Cosa servi tanto riprender ‘sta notizia!!! forse nol gaveva ben capì, povereto! Cosa servi ciaparlo pel cul!” e “grande, grande, grande. ma ghe lo ga fado notar con gentileza almeno? Poi sicuro el se ga porta una cassa drio. cusinar fa venir sede.” e “el ga fato ben! mi al suo posto gavessi anche magnà la quaglia, cruda!” Qualcuno, invece, si preoccupa dell’immagine di Gorizia nel mondo: “che figura de m…a anche lui e che caxxo podeva tegnirse una volta ogni morte de papa che un gorizian va in television…” “Ho capito, alla gente piacciono certi programmi con certi personaggi. Viviamo in un mondo molto, molto, ma molto frequentato da sempliciotti. Peccato! Comunque a Gorizia ci sono persone ben più significative!!!!”. Dunque, io ieri sera ho accompagnato la mia cena tardiva con del whisky. Ma non ho un problema con l’alcol, è solo che sono di Gorizia. Forse. Dei lontani parenti, peut-être?

Ore 20:40 | A proposito di avi! Anna Uccello-di-fuoco Lupi ha smesso di venire nei commenti di Dissapore ad attaccare briga con Jade e se la prende sul suo profilo di Facebook con chi commenta malevolmente i concorrenti di Masterchef: “Ma lo avete capito che siamo persone e che abbiamo dei sentimenti? Qualcuno è anche più fragile di altri e ci può star malissimo. Non parlo di me, io l’ho fatto per i miei avi e non mi tange cosa vien detto su di me, l’importante è che loro siano stati ricordati ed onorati tramite me”.

Ore 20:41 | D’ora in avanti giustificherò i miei eccessi alcolici dicendo “L’ho fatto per onorare i miei avi. Sai, sono di Gorizia”.

Ore 20:50 | Ah, ora vi dico una cosa che ho trovato molto carina e a modo. Sto guardando anche il daytime di Masterchef (sì, davvero. No, non ce l’ho di meglio da fare. Fatevi i fatti vostri). Ogni puntata dedica una decina di minuti a ciascun concorrente, e la clip contiene una descrizione della sua giornata tipo. Quella dedicata a Spyros comincia al minuto 10:00 di questo video e fornisce, a mio modesto parere, il ritratto più sincero e normale – nel senso più autentico del termine – di una coppia omosessuale che io abbia visto nella tv italiana. Spyros e Marco, il suo compagno, sono presentati – non ci crederete mai, sto per dire una cosa che vi scioccherà – come una qualunque altra coppia. Il montaggio non è lezioso né paternalistico, e l’interazione tra loro due è molto tenera. E se pensate che io stia dicendo una banalità, ditemi dove avete visto qualcosa di simile nella tv italiana prima di questo.

Ore 21:10 | Credo possiamo tutti concordare sul fatto che le coreografie concorrente/oggetto da cucina sono da brividoni.

Ore 21:15 | Un’altra Mystery Box! Speriamo che ci siano degli alcolici omaggio per Paolo. Ziti, sgombro, farina di castagne, chicchi di caffè, marsala, pomodori, burro, zucchero, una mezza verza. L’ingrediente alcolico della Mystery Box di oggi è il Marsala, probabilmente scelto in quanto Paolone Vidoz, ignaro delle tradizioni enogastronomiche del Sud, potrebbe non conoscerlo astenendosi così dal berlo durante la prova.

Ore 21:17 | Paolo Vidoz ammette di non essere capace di sfilettare il pesce e annuncia: “se lo pugnalavo facevo miglior figura”. Ormai fuori classifica, in senso positivo.

Ore 21:18 | Per la prima volta Anna riesce a parlare per venti secondi senza citare i propri avi: probabilmente questo, per lei, è osare più di quanto non faccia con la ricetta in sè.

Ore 21:19 | I giudici oggi sono incredibilmente molesti, gironzolano molestando i concorrenti, li punzecchiano. Cracco, che si sforza di parlare con la pronuncia di Ivan Drago in Rocky IV per apparire più minaccioso, è praticamente un bullo, e dice “Muoviti! Sei una SCHIAPPA!”. Barbieri dice “Sfigato”. Bulli sì, ma sempre delle elementari.

Ore 21:21 | I giudici assaggeranno solo i tre piatti più allettanti: il primo è quello di Chiara, “Ziti al ragù di sgombro con pomodoro e verza con maionese al profumo di limone”. Barbieri: “è la prima volta che vedo una maionese su una pasta”. Bruno, sei mai stato a latitudini comprese tra il Brennero e Capo Nord? Alberico ha fatto un timballo di ziti, con sgombro in pastella e fritto, usando tutti e dieci gli ingredienti. Il terzo miglior piatto è quello di Davide (che questa volta deve aver protetto l’uovo meglio della precedente): Ziti con sugo di pomodoro e verza con sgombro marinato nel marsala.

Ore 21:25 | Ebbene sì, ha vinto Davide la Mystery Box, e può scegliere l’ingrediente protagonista della sfida successiva. Il tema della sfida di oggi è la frutta – candita, secca o fresca?

Ore 21:28 | Voce fuoricampo immaginaria: ma siamo sicuri che il vantaggio di chi sceglie l’ingrediente per la sfida successiva sia veramente grandissimo?

Ore 21:29 | Si va di frutta fresca. Vedo in preparazione tartare soavemente noiose.

Ore 21:34 | Paolo Vidoz si è appena autodefinito “un orso poeta” in the making. In the making l’ho detto io.

Ore 21:35 | Cracco e Barbieri si accaniscono sull’aspirante chef molecolare Federico. Sembrano divertirsi. Secondo Barbieri, un bravo chef si vede anche da come ha il grembiule: quello di Federico è giustificabile solo dopo la macellazione di numerosi capi di bestiame.

Ore 21:37 | Saranno gli chef stati capaci di valorizzare al meglio l’ingrediente frutta? Ma soprattutto, quanti di loro piangeranno?

Ore 21:39 | Il piatto di Davide, vincitore della Mistery Box, viene bistrattato da Bastianich, che lo lancia nel lavandino. Il piatto esplode. Davide piange. E uno.

Ore 21:41 | C’è tensione nell’aria: Alessandro si rende più antipatico rosicando per Danny e il bilanciamento di sale del suo risotto, considerandolo involontario e opera del cocco dello chef. Poi non capisce perché con lui sono avari di complimenti.

Ore 21:43 | Federico ha fatto un “Sentiero in agrodolce”: pinzimonio con fragole e agrumi. Barbieri si dice “sconcertato”. Non in senso positivo.

Ore 21:46 | Del piatto di Enea JoBro Bastianich e Barbieri dicono peste e corna. Bastianich sostiene che portare un piatto senza sale non sia una questione di “cucina, bensì di rispetto”.

Ore 21:47 | Il piatto di Imma piace. Imma si mette a piangere. La storia si ripete.

Ore 21:51 | Diego dice che “fino a oggi ha giocato in difesa, da oggi va in attacco”. Diego, te lo devo chiedere. Ma eri già qui nelle altre puntate? Non credo ci siamo mai incontrati.

Ore 21:52 | Paolo ha fatto il PURCEL MINIMAL. Carne bianca con niente sopra. Bastianich dice che sembra un piatto ospedaliero. P U R C E L  M I N I M A L. Pensatelo voi, copywriter, un nome così.

Ore 21:54 | Il vincitore della sfida è il piatto più semplice, la torta di mele di Marika. Lei commenta sprezzante: “AHAH, ecco, tutti che fanno piatti complicati, e io LA TORTA DI MELE e AHAH. CALCI IN FACCIA!”

Ore 21:57 | I peggiori sono Federico, Davide e Paolo. A essere eliminato è Paolo Vidoz. Che dice: “Sono d’accordo con voi”, e raccomanda ai giudici di passare a trovarlo quando passano da Gorizia. Sono disperata.

Ore 21:59 | Paolo, posso passare anche io a trovarti quando vengo a Gorizia a trovare i miei parenti? Quelli fantomatici, intendo?

Ore 22:00 | Chissà domani i commenti su La Bora.

Ore 22:04 | Ma quanto, quanto ha stufato il campo lungo in cui i personaggi si avvicinano verso la camera al rallenty, copiato in ogni formula dopo essere apparso in Armageddon? E i giudici che incedono lemmi lemmi. E i concorrenti che avanzano lenti lenti. E che palle.

Ore 22:06 | I concorrenti affrontano la prima sfida esterna: divisi in due squadre, dovranno preparare un menu completo per l’equipaggo dell’Andrea Doria. Giada e Marika entusiaste alla vista dei cento marinai. Ragazze, devo dirvi una cosa: In the navy…

Ore 22:10 | Il capitano della squadra blu è Marika, quello della squadra rossa è Alberico. Il vincitore sarà deciso dal voto a maggioranza dei marinai. La squadra perdente andrà al pressure test e uno dei membri sarà eliminato.

Ore 22:12 | Alessandro crea istantaneamente una fronda anti-Marika dicendo che, secondo lui, lei in vita sua non ha mai comandato nemmeno una squadra di formiche all’interno del suo appartamento.

Ore 22:14 | Cracco dà i coppini a Federico. Mi immagino gli autori che gli raccomandano più cattiveria e lui che decide per la linea del coppino e del dire SCHIAPPA! Una cosa tenera, tutto sommato.

Ore 22:18 | Alberico: “la mise en place è un coltello, un cucchiaino, e…” “un abbraccio!” La squadra rossa è davvero squadra, sicuramente più della blu.

Ore 22:19 | Comincia il servizio. I marinai sono più severi dei giudici: le lasagne (squadra rossa) sembrano ricevere buoni apprezzamenti, mentre l’equilibrio dell’insalata di mare viene messo in discussione. In ogni caso il fatto che l’equipaggio, alla domanda “meglio o peggio?” risponda unanime “diverso” non è un gran presagio.

Ore 22:22 |  Marika dice: “Se votate per la squadra blu, esco con tutti voi”. Brava Marika, non si sa mai in quale circostanza bizzarra si possa trovare un marito. Uno o più mariti.

Ore 22:26 | Comincia lo spoglio dei voti e dalle proiezioni non emergono risultati chiari. Alberico e Marika litigano.

Ore 22:28 | A vincere la sfida è la squadra rossa. La squadra blu aveva messo i peperoni nell’insalata di mare, del resto.

Ore 22:32 | La squadra blu dà segnali di disperazione. Marika viene bersagliata da tutti, perché l’insalata di mare era SCIAPA. L’aveva detto Luisa che era SCIAPAAA, ma Marika niente!

Ore 22:35 | Il Pressure Test richiede ai concorrenti di identificare i 20 ingredienti che compongono una zuppa cucinata da Barbieri. Il concorrente che indovina meno ingredienti lascia la cucina di Masterchef.

Ore 22:36 | Ilenia guarda dentro la zuppa ed elenca gli ingredienti. Ma non dovrebbe basarsi sull’assaggio? Ilenia identifica un prezzemolo che non c’è, e dice che “si è sentita crollare il mondo addosso”.

Ore 22:38 | Il ritmo dello show, da frenetico, si fa flemmatico: ogni concorrente ripete la prova con la calma necessaria, ingrediente dopo ingrediente. Spyros, il mio nuovo preferito da quanto Paolo ha lasciato il campo, indovina 5 ingredienti ed è salvo.

Ore 22:39 | Alessandro odia il pesce e si oppone. Non assaggia il piatto, e dopo aver elencato quattro ovvi ingredienti cade anche lui sul prezzemolo.

Ore 22:41 | Ora, sulla carta questa sfida dovrebbe essere soporifera ma ho l’adrelina a mille. Cosa dice questo di me? Devo forse lasciar perdere gli stimolanti e darmi ai narcotici?

Ore 22:43 | Davide ha pure lui il rifiuto del pesce, inghiotte un cucchiaio di zuppa a fatica.

Ore 22:46 | Ma tutti questi aspiranti grandi chef disgustati dal pesce? Lo considero, in onestà, un handicap poco compatibile con la professione. Sennò l’anno prossimo vado anche io, poi quando nella sfida della Mystery Box trovo la quaglia comincio a singhiozzare e a dire “mangiare la carne è sbagliato”.

Ore 22:48 | Davide si produce in un simpatico lapsus: “lo vedi che a non mangiare chef ho sempre sbagliato… a non mangiare pesce, perché a mangiare chef…”. Patate, olio e cozze ci sono, poi trova qualcosa che “gli ricorda il sapore dell’orata” (che non c’è) ed è il nuovo papabile eliminato.

Ore 22:50 | La sfida è ora tra Davide e Marika. Alessandro sostiene che Marika, se c’è una giustizia divina, sarà eliminata, e che meriti di essere trascinata sul patibolo, perché li ha costretti al pressure test e perché rompe i cog**oni a tutti. Alessandro, se ci fosse una giustizia divina non sarebbe molto indulgente verso invidia, ira e superbia.  Dopo gli ovvi patate e cozze, Marika casca miseramente tentando il pepe.

Ore 22:53 | Marika lascia il gioco ma è, a suo dire, “felicissima”, perché torna dai suoi cani, dalla sua cavalla, da sua madre e dai suoi amici. In questo ordine. Già solo per questo ci mancherà.