di Massimo Bernardi 27 Aprile 2009

Striscia la Notizia intervista Enrico DerflingherSeguiamo in tempo reale Striscia la Notizia, il tg satirico che l’inchiesta “Fornelli polemici” ha reso simile a un Grande Fratello disonesto, incompetente, con una lunga lista di nemici. Ma puntando ai bassi istinti degli italiani, alla centralità della pastasciutta, Striscia ha raccolto anche consensi dalla gggente, e non solo. Se è vero che l’esistenza di un fantomatico “racket della cucina molecolare”, denunciato dal cuoco purista Rocco Iannone, è stata confermata dallo scrittore e filosofo Marcello Veneziani, che ha definito le guide gastronomiche “complici e conniventi”.  Già le guide gastronomiche, il prossimo obiettivo di Striscia La Notizia, che stasera manda in onda l’intervista a Enrico Derflingher, cuoco del ristorante Armani di Ginza, a Tokyo.

Ore 20:40 | Striscia la Notizia è cominciato.
Ore 20:44 | Heh, da quanto non vedevo le veline!
Ore 20:50 | Ficarra e Picone annunciano un’altra puntata dell’inchiesta sulla gastronomia che “sta facendo discutere tutti”.
Ore 21:00 | Max Laudadio introduce Enrico Derflingher, il cuoco “che ha lavorato nei 10 ristoranti più importanti del mondo”.
Ore 21.03 | Enrico Derflingher istigato da Max Laudadio, lancia generiche accuse contro le guide, senza lo straccio di un nome, ne’ di guide, ne’ di ispettori, ne’ di cuochi conniventi.
Ore 21:05 | Derflingher: Alcune guide in Italia, hanno fatto più danni della grandine prima della vendemmia. Dopo 9 anni a Roma ho fatto la scelta di andare a lavorare nel paese più lontano possibile, dove queste guide non potevano arrivare.
Ore 21:07 | Termina l’intervista a Enrico Derflingher, niente scoop, ancora un mezzo flop per Striscia.
Ore 21:08 | Ficarra e Picone se la prendono con l’ex direttore del Gambero Rosso Stefano Bonilli, nel cui blog, riferendosi alla denuncia anti racket della cucina molecolare fatta dal cuoco Rocco Iannone, qualcuno avrebbe parlato di camorra.
Ore 21:10 | Per ripicca, Striscia mostra le immagini di un tapiro consegnato anni fa a Stefano Bonilli e rifiutato. Si riferiva a un vino non ancora in commercio prodotto ma già presente nella guida ai vini d’Italia del Gambero Rosso. Il Muffa Nobile.
Ore 21:12 | Ficarra e Picone se la prendono anche con il giornalista Paolo Massobrio, colpevole di aver scritto sul Tempo che Striscia ha sbagliato obiettivo prendendosela con il cuoco Massimo Bottura, mentre l’emblema della cucina molecolare italiana è Ettore Bocchia. Massobrio deve essersi distratto ha scritto l’articolo prima che Bocchia venisse intervistato da Striscia.
Ore 21:13 | Striscia smette di parlare di gastronomia. Un po’ storditi spegnamo il tv, la sensazione è che  Striscia e i blog gastronomici si stiano nutrendo l’uno dell’altro.