di Fabrizio Scarpato 20 Gennaio 2010

La campagna Dolce & Gabbana

«L’uomo non è un damerino. Per carità. – hanno detto Dolce e Gabbana – E’ un uomo vero, un tipo tosto che mette un abito di velluto con la stessa naturalezza con cui indossa una canottiera…», bla bla bla. E’ questa la tradizione? Mangiare spaghetti tenendo la forchetta come un cucchiaio, oppure sbrodolare pasta e sugo per la tavola sedendo a cavalcioni della sedia? E che dire delle mutande? Emozionanti come il polpo stecchito sul tavolo. Cafoni stereotipati. Maschi? Uomini? Cultura? Durezza? Ecco i veri fighetti, per giunta stolidamente e fintamente trasgressivi, che oltretutto bevono acqua (in bicchieri e bottiglia sporchi, ovviamente, maschiacci che non sono altro…)

Figli irritanti di Striscia la Notizia.