di Massimo Bernardi 1 Novembre 2009

Clienti in fila in uno dei 3 McDonald's di Reykjavik, in Islanda

Lunghe file e incidenti ieri a Reykjavik per accaparrarsi l’ultimo Big Mac. Da lunedì l’Islanda sarà una delle poche nazioni europee, insieme alla Bosnia e all’Albania, a non avere fast food a marchio McDonald’s. Jon Ogmundsson, direttore generale dell’azienda in Islanda, ha dichiarato che non era più sostenibile tenere aperti i ristoranti in Islanda, a causa dell’aumento dei costi d’importazione delle materie prime e della crisi economica che non dà segni di ripresa. [Internazionale, immagine: Yahoo News]