Allora, prendete Cip & Ciop e scuoiateli bene…

article-0-05531895000005dc-802_468x451_popup1E’ sabato, s’è fatta una certa (ora), e voi niente, ancora non sapete cosa cucinare domani. Tranquilli, c’è Dissapore! Allora, prendete due scoiattoli e scuoiateli bene. Tagliateli a pezzetti e soffriggete in abbondante burro. Come dite? Vi fa schifo mangiare scoiattoli? Ma sono scoiattoli grigi, non i rossi tanto carini che vediamo nei cartoni.

Questi sono un vero flagello divino: pensate che in Gran Bretagna hanno ormai colonizzato boschi e foreste, arrivando ad un numero di esemplari stimato in due milioni e mezzo: il Grigio oltretutto non è autoctono e sta distruggendo la locale comunità di scoiattoli rossi. C’è di più: lo scoiattolo cattivo mangia le uova dai nidi, sbrana mamma-uccellina e poi distrugge il nido, insomma, una vera carogna! Gli inglesi non si sono persi d’animo e, con il benestare del Principe Carlo, hanno  imbracciato il fucile dando inizio alla strage: il record è attualmente detenuto dal sig. Paul Parker con 22.700 scoiattoli uccisi e cucinati. Pare, infatti, che l’Attila dei boschi sia ottimo con il risotto e i pomodori pachino, accompagnati da un “heavy Sicilian Merlot”. Allora, continuiamo la ricetta? Eravamo rimasti al soffritto, mi pare…

Foto: Daily Mail

Antonio Tomacelli

13 Giugno 2009

commenti (19)

Accedi / Registrati e lascia un commento

    1. il ghiro al tempo dei Romani era così richiesto che faceva la parte del tonno rosso negli anni zero. dappertutto, e quasi scomparso.

  1. Leonardo Ciomei ha detto:

    Ottimi ! Antonio, passi la ricetta a Burde in modo da metterla al posto del prosciutto arrosto ?

  2. Pluto ha detto:

    Io ho cucinato settimana scorsa un tasso: ottima carne, saporita e ha stratificazioni di grasso che donano un sapore più intenso.
    L’unica avvertenza è di rimuovere le ghiandole appena sparato perchè il forte odore renderebbe la carne immangiabile in poco tempo.

    Ricetta (personale) di “Straccetti di tasso su letto di porcini”:
    1) tagliare a striscioline 750 gr di carne del tasso
    2) soffriggere le striscioline nel burro, in cui è stato fatto rosolare l’aglio
    3) a parte soffriggere 1 Kg di funghi porcini in olio d’oliva (non dico Extravergine perchè ormai fa provinciale dirlo) con pochissimo aglio
    4) versare 2/3 dei funghi su un piatto di portata: saranno il letto su cui si verseranno gli straccetti di tasso (era il punto 5!)
    6) versare 300 gr di panna acida nei funghi rimanenti e un pizzico di zucchero per rimuovere l’acidità in eccesso. In mancanza usare panna da cucina, e in questo caso non serve lo zucchero.
    7) far restringere la salsa così fatta e versare sugli straccetti.
    8) servire ancora caldo.

    P.S. stasera invece filetto di capriolo di 1 anno (tenerissimo!!) con funghi.

  3. spinacino ha detto:

    Ma invece un bel servizietto dissapore-style sulle 20 blogger che ieri sono andate a cucinare le sottilette kraft, noooo??? 🙂

    1. C’era pure la mia socia Giovanna…ahahahah! Sono 2 giorni che la sto sfottendo 🙂
      Però non sarebbe male lo scoiattolo con le sottilette…(potrei morire…non so se per le sottilette o per lo scoiattolo)

  4. A pagina 131 del mio “Taste the West” ho inserito la ricetta del Brunswick Stew, piatto creato negli anni ’20 da “Uncle” Jimmy Matthews, cuoco di colore di un deputato della Virginia, Creed Haskins, grande amante della caccia. Durante una battuta, mentre il politico e i suoi amici erano impegnati con prede più grosse, “Uncle” Jimmy catturò per la cena degli scoiattoli e inventò questa ricetta:
    -4 scoiattoli
    -6 pomodori
    -i grani di 4 pannocchie
    -5 patate
    -250 g fagioli
    -sale e pepe
    •Bollite gli scoiattoli finché la carne non è così tenera da cadere dalle ossa
    •Rimuovete le ossa
    •Aggiungete le verdure alla carne e al brodo
    •Fate bollire per circa un’ora e servite quando il liquido si è addensato

    1. santuzzu ha detto:

      eccezzionale ho provato questa ricetta e molto saporita. grazie.

  5. marco ha detto:

    Vediamo se una volta tanto la comprovata abilità umana di sterminare specie quando non dovrebbe riesce a fare qualcosa di utile.

«