di Prisca Sacchetti 7 Novembre 2009

147080

Al ristorante Nello’s di New York serve un buon avvocato. Il milionario russo Roman Abramovich sta per fargli causa, e quando uno così ti cita in giudizio non c’è da stare allegri. Pare infatti, che il tycoon russo se la sia presa per la storia del mega-conto da 50.000 dollari. “È una bufala inventata dal signor Nello Balan” ha dichiarato il portavoce di Abramovich. “Il pranzo c’è stato, ma Abramovich non ha speso quella somma”. Lo scontrino sarebbe un falso inventato dal ristoratore per farsi pubblicità. Falso anche il numero dei commensali, diventati sei per giustificare l’osceno conto. Abramovich era in compagnia della fidanzata Dasha Zuchova, tra l’altro incinta di sette mesi, insomma, è escluso che i due potessero bere tutte quelle bottiglie.

Il sito americano TMZ che per primo ha dato la notizia, avrebbe ricevuto il finto scontrino proprio da Balan, tra l’altro non nuovo a queste storie. Nel giro dei paparazzi di New York è conosciuto come uno dei più spudorati cacciatori di pubblicità, e la sua fedina penale non è proprio immacolata (corruzione di giornalisti e tentato soffocamento di una ragazza). L’obiettivo di Balan era ottenere pubblicità gratuita che aiutasse il suo ristorante a superare le difficoltà economiche in cui versa.

Ora, non per dire, ma a noi di Dissapore qualche dubbio sull’abbinamento Champagne Cristal-frittura di calamari era venuto,  eccheccazzo!