di Antonio Tomacelli 23 Dicembre 2009

L'onorevole Francesca Martini firma il contratto con gli italiani a Striscia la Notizia. E' la fine della cucina molecolare?Peggio del gelicidio di queste ore cosa c’è? Un colpo alle spalle quando meno te lo aspetti. Tipo a Natale, mentre sei troppo preso per realizzare che ti stanno massacrando. Lo assesta il sottosegretario di ‘sti bla bla Francesca Martini, versione femminile di Robin Hood però al contrario, lei protegge i ricchi e scava la fossa agli altri. Ieri sera Francesca Martini, complice Max Laudadobermann Laudadio, il decerebrato famoso per le inchieste farlocche di Striscia la Notizia sulla cucina molecolare, ha firmato in diretta un’ordinanza che proibisce l’uso di additivi nei ristoranti. Nei ristoranti, badate bene, non nelle industrie. Perché le industrie “garantiscono maggiori controlli sugli additivi” ha cinguettato alle telecamere il sottosegretario, mica come i cuochi, che come tutti sanno sono una massa di zotici ignoranti.

Ma poi, che significa un’ordinanza che proibisce l’uso degli additivi nei ristoranti? Quali additivi, quali ristoranti? E quale fottutissimo motivo spinge il governo fin dentro le cucine dei ristoranti oltrettutto su imbeccata dell’orrida Striscia? E fin dove il protagonismo mediatico dei governanti intende spostare l’asticella? Ma ditemi voi…