di Lorenza Fumelli 16 Marzo 2011

Abbiamo quindi testato una tecnica, quella che il nostro editor Andrea Gori racconta nel video, e vogliamo condividerla con voi. Riassumo: invece di acchiappare alla rinfusa pani sommersi negli oli, pezzi di formaggio, salumi di vario genere, bevande diversamente alcoliche forse è saggio organizzarsi come segue: dopo un primo giro di ricognizione a digiuno, localizziamo i prodotti più promettenti e procediamo come se fossimo al ristorante, scegliendo le portate e gli abbinamenti. Sopravvivenza in fiera garantita. Avete mai provato? O magari conoscete alternative?

[Crediti | Link: Pitti Immagine, Video: Lorenza Fumelli]