di Massimo Bernardi 13 Settembre 2011

Potete spendere il buono “cara, esco, vado a comprare il formaggio”, tutti i giorni dell’anno prima che vi chieda “caro, lei come si chiama?”. Questo perché esistono 400 formaggi italiani (ma il censimento risale agli anni ’80). Ora voi capite, un normodotato va a Bra (Cuneo), dove dal 16 al 19 settembre troneggia Cheese 2001, evento che Slow Food fonda sul meglio dei formaggi nazionali, e il rischio di confondersi è alto. Orsù, lo possiamo aiutare? Hey, sapientoni, dico a voi. Senza per forza metter giù recensioni come keynote di Steve Jobs, gli suggeriamo UN FORMAGGIO CHE VA PROVATO ALMENO UNA VOLTA NELLA VITA spiegando percome e perché? E magari, continuando a frugare nel fai da te, anche un vino o una birra da berci sopra. Per facilitare l’esercizio, abbiamo predisposto un elenco dei principali formaggi italiani diviso per regioni. Allora, adotta anche tu un normodotato, digli quale formaggio deve assolutamente provare a Cheese 2011, e un vino o una birra da berci sopra.

VALLE D’AOSTA_

Fontina, toma, tomino.

PIEMONTE_

Bettelmatt, Bra, castelmagno, gorgonzola, Moncenisio, montebore, orsera, raschera, robiola del Bec, robiola di roccaverano, robiola di Carmagnola, sbrinz, spress, testun, toma, tomino, tumet.

TRENTINO ALTO ADIGE_

Asiago, burgeiser, marlengo, nostrano de Casel, ortler, puzzone di Moena, regantino, spressa, sterzinger, stilfer, toblacher.

FRIULI VENEZIA GIULIA_

Caprino di Carnia, Flors (ricotta liquida), latteria, montasio, pecorino del Selz, ricotta di capra, scuete frante (ricotta frantumata), zuz.

VENETO_

Asiago, casatella, malga, morlacco, pannarello, pecorino, Piave, pressato, stracon.

LOMBARDIA_

Bagoss, bitto, casera, casolet, cingherlino, crescenza, fatulì, fiorone della Valsassina, fontal, formaggella del beck, formaggella della Valcamonica, furmai de Mut, gorgonzola, gorgonzola dolce, gorgonzola a due paste, grana padano, mascarpone, panerone, parmigiano reggiano, provolone della Valpadana, quartirolo lombardo, robiola della Valsassina, sbrinz, scimudin, stracchino, strachitund, taleggio, Valtellina casera.

LIGURIA_

Bruzzu, bonassola, prescinseua, san ste.

EMILIA ROMAGNA_

Formaggio di fossa, grana padano, parmigiano reggiano, pecorino dei Colli Bolognesi, primo sale, raviggiolo, ricotta, ricotta di capra, robiola, squaquerone, tomino.

TOSCANA_

Caciotta toscana, marzolino, pecorino della Garfagnana, pecorino toscano, raviggiolo.

MARCHE_

Ambra di Talamello, bagiotto, caciofiore, cacio in forma di limone, caciotta d’Urbino, casecc, pecorino dei Monti Sibillini, pecorino di Fabriano, pecorino di Monterinaldo, raviggiolo, slattato.

UMBRIA_

Caciofiore, pecorino di Norcia, raviggiolo.

LAZIO_

Caciotta romana, cacioricotta fresca, mozzarella di bufala campana, pecorino romano, pecorino toscano, provatura, ricotta romana, scamorza, torcanello.

ABRUZZO_

Caciocavallo silano, caciofiore aquilano, marcetto, pecorino abruzzese, ricotta affumicata al funo di ginepro, scamorza.

MOLISE_

Burrata, burrino, fior di latte, casilio, caciocavallo, pecorino di Capracotta, scamorza, Scanno.

CAMPANIA_

Caciocavallo, caciocavallo podolico, caciocavallo silano, cacioricotta, fior di latte, giuncata, mascarpone di bufala, mozzarella di bufala campana, pecorino irpino, provola, provola affumicata, provolone, ricotta, ricotta di bufala, scamorza, scamorza affumicata, treccia, uova di bufala.

PUGLIA_

Burrata, caciofiore pugliese, cacioricotta, canestrato pugliese, cavalluccio di caciocavallo, pallone di Gravina, pecorino, ricotta, ricotta forte, stracchino del Tavoliere, treccia dura.

BASILICATA_

Caciotta, Moliterno, provolone, ricotta, vacchino.

CALABRIA_

Caciocavallo podolico, caciocavallo silano, cacioricotta, canestrato, giuncata, giuncata di capra, mozzarella silana, pecorino primo sale, provola o scamorza, ricotta, ricotta affumicata, ricotta infornata.

SICILIA_

Caciocavallo, canestrato, maiorchino, pecorino siciliano, primosale, provola delle Madonie, provola dei Nebrodi, ragusano, ricotta fresca, ricotta infornata, tuma, vastedda palermitana.

SARDEGNA_

Biancospino, caciotta sarda, caprino, casizolu, casu marzu, fiore sardo, pecorino di Osilo, pecorino romano, pecorino sardo, ricotta, ricotta mustia, semicotto, trizza.
[Crediti | Link: Slow Food, immagini: Google]