Un eroe come noi

Lui e lei erano in spiaggia che scattavano foto per il fidanzamento, e a un certo punto, mentre assaporavano il tramonto sull’oceano suonando la chitarra, arriva un uomo in jeans e occhiali da sole che li scruta incuriosito. Lui lo riconosce: “Dai, suona una canzone per noi”. E quello: “No”. Ma lui gli passa la chitarra. E Bruce Springsteen, cazzo, gli fa Hungry Hearts.

Bei momenti. Ecco, se capitassero a voi, chi sarebbe l’eroe di turno? Vale solo gente della gastrosfera (Pierangelini e una passatina, Parisi delle uova…) che col rock son buoni tutti. [Repubblica.it]

Massimo Bernardi Massimo Bernardi

1 Ottobre 2010

commenti (17)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Avatar giovanni ha detto:

    Resto in tema. Lascio perdere Pierangelini, Sultano, Beck, le Calandre e compagnia cantante e mi prendo Tom Waits che sussurra jersey girl (piano e voce e basta), mentre da Brooklyn guardo lower manhattan e il suo ponte. Il sole tramonta la circle line naviga lenta. Mi accontento di poco …….

    1. Avatar giovanni ha detto:

      Dimenticavo, con il rock non sono affatto buoni tutti. Anzi, sono buoni assai pochi. Good morning vietnam.

  2. Avatar Arturo ha detto:

    Beh Giovanni complimenti per la scelta di Tom e della canzone. So di non sbagliare pensando che tu sia a conoscenza del fatto che Bruce ha coverizzato centinaia di volte Jersey girl. Per quanto mi riguarda, incontrassi Bruce potrebbe cantarmi pure l elenco telefonico…

    1. Avatar giovanni ha detto:

      in effetti jersey girl l’hanno pure cantata insieme (e io ho il bootleg). D’accordo sull’elenco telefonico, e visto che siamo in tema se ci cantasse un menù sarebbe pure meglio ..

  3. Avatar gumbo chicken ha detto:

    Vediamo un po’.
    Una volta ho incontrato per caso un mio mito musicale: Bo Diddley. Gli ho parlato, ma non c’erano chitarre a portata di mano. Lui mi ha offerto un po’ d’uva e io l’ho mangiata.
    Vale come eroe gastronomico? 😛

    Altrimenti dovrei pensare a chi fra gli sconosciuti – suppongo, perché altrimenti uno conosciuto sarebbe troppo facile – del gastrouniverso vorrei incrociare casualmente e chiedere di cucinare un piattino al volo? O improvvisare un BBQ in spiaggia? Boh! Forse se ci penso su per tutto il weekend mi viene in mente qualcosa…

  4. Avatar Leonardo Ciomei ha detto:

    Invidia ai massimi livelli per il fidanzatino Usa !!

    Considerato che Pierangelini la passatina ce la rovescia in capo.. a Parisi, con quei bicipiti, non avrei il coraggio di chiedere niente.. mmmmm… direi che il piatto che desidero al momento è il petto di piccione croccante con sale Maldon, adagiato sulla patata sopra l’ostrica, che il sommo Ciccio Sultano mi dovrebbe fare incontrandolo sul lungomare di Punta Secca a Marina di Ragusa 🙂

    Massimo, si vede che non sei uno springstiniano DOC: l’immortale pezzo si chiama Hungry Heart e non Hungry Hearts 😉 già, ma te avresti voluto incontrare Daryl Hall che ti cantava Rich Girl..

  5. Detesto il rockettarismo e le urla gutturali di quel signore, ma l’episodio è simpatico e la biondina ha dei bei cosciotti.

    1. Avatar Leonardo Ciomei ha detto:

      Tommaso, ti perdono le “urla gutturali” ma la biondina è sintomatica della cattiva alimentazione Usa 🙂

      Pensavo piuttosto alla spocchia dei nostri cantanti di fronte ad una richiesta simile…

  6. Avatar sognando Miklós Perényi ha detto:

    capitasse a voi chi sarebbe l’eroe di turno?


    considerato che in spiaggia un panino sarebbe più available della passatina, dico l’hamburger di Berton. Per conto mio continuo a pensare che Trussardi conti parecchio, Oltralpe; oltretutto gumbo dice no e pure per il sottofondo, voi rockettari avete più kulo di noi musicofili: basta allungargli una chitarra e Bruce vi accontenta, a me servirebbero un piano a coda e un violoncello, minimissimo una decina di mandolini.

    commento aderente alla campagna Orgoglio per il mandolino nella Patria del mandolino©

    1. Avatar available?! ha detto:

      oh, sono le 4 e non mi veniva “spendibile”

    2. Avatar gumbo chicken ha detto:

      “oltretutto” in che senso?

      Suppongo che anch’ioio potrei risolvere la questione con un hamburger – in effetti appropriato alle circostanze, e più o meno equivalente a una chitarra per praticità e portatilità. Però, semplicemente, preparato non da Berton ma da Pierangelini. 😀

      p.s. di un violoncello senza piano a coda dici che non avresti modo di accontentarti?

    3. Avatar senso buono, Alice ha detto:


      quel panino mi attira ma Berton non è il mio eroe: gli darò un’altra chance per diventarlo ma prima c’è Cracco, nel frattempo non farmelo dire tutte le volte che preferisco dar retta a te, Alice! (sedici mesi e già te n’eri scordata, appunto per il pomeriggio: riesumare dal fondo del cestino l’indirizzo mail di chi ha osato dirmi “hai una comunicazione non allineata al web, disorienta confonde e non si capisce se scherzi o fai sul serio”)

    4. Avatar gumbo chicken ha detto:

      L’equivocabilità per me era dovuta alla frase su Trussardi e l’Oltralpe che non capivo bene come (e se) collegare all’oltretutto.

      Resta il fatto che sicuramente non ho la tua capacità di riagganciare fili da vecchi post, intrecciarli con YouTube e incastonarli nei commenti di oggi.
      In ogni caso in sedici mesi uno potrebbe anche aver cambiato opinione…

    5. Avatar Giovanni ha detto:

      Ho provato l’hamburger che danno da Trussardi. Non è affatto male. Ma, visto che il tema della discussione prende spunto dal Boss e dalla Jersey Side, senza voler apparire iconoclasta – e solo per ragioni geopolitiche – dico che pare molto meglio riuscito il black label burger della minetta tavern (new york, s’intende). Ai buoni intenditori ….

  7. Avatar paolo ha detto:

    Mi dispiace, ma di fronte a Bruce TUTTI gli chef e i loro piatti migliori possono tranquillamente starsene a casa!
    E lo dico da gran goloso, sia chiaro!