Biscotti all’anice della nonna

La ricetta dei biscotti all'anice della nonna, semplici ciambelline aromatizzate all'anice, perfette da mangiare inzuppate nel tè o in un bicchiere di vino a pasto.

Voto medio lettori:
biscotti all'anice della nonna

I biscotti all’anice della nonna sono dei biscottini profumati di anice e arancia.

La ricetta è quella delle nonne che le preparavano per avere sempre a disposizione il dolce perfetto per chiunque, ottimo per i bambini e perfetto per i più grandi, soprattutto se inzuppate in un bicchiere di vino a pasto.

La quantità di farina nella ricetta può variare, aggiungetela fino a ottenere un impasto morbido e non appiccicoso, considerate sempre che non tutte le farine hanno lo stesso assorbimento di acqua e potrebbe incidere anche l’umidità presente nella vostra cucina, quindi sappiate regolarvi in base alla consistenza dell’impasto, anche i tempi di cottura possono variare da forno a forno anche in maniera considerevole, basatevi sulla doratura del biscotto che deve essere colorito, ma non bruciato.

L’anice è una delle spezie più usate e più antiche, usata già da Greci, Egizi e Romani, si sposa alla perfezione con piatti di carne, dolci, verdure e perfino bevande, come il vino speziato, è una spezia che arriva dal Medio Oriente e si è poi diffusa nel bacino del Mediterraneo e infine in Europa; durante il Medioevo era presente praticamente in tutti i paesi, ne esistono molte varietà: l’anice verde, quello più diffuso in Italia, che abbiamo utilizzato anche noi per questi biscotti; l’anice stellato, dalla caratteristica forma a stella appunto, ha un sapore molto più deciso rispetto a quello verde, importato in Occidente solo alla fine del 1600, viene utilizzato soprattutto in Cina e Vietnam; infine sempre della famiglia dell’anice fa parte anche il pepe di Sichuan, ancora non molto conosciuto qui da noi, ma estremamente usato in Cina tanto da far parte delle 5 spezie cinesi, insieme all’ anice stellato, i chiodi di garofano, i semi di finocchio e la cassia.

In tutto il mondo sono ormai famosissimi i liquori a base di anice, come la nostrana anisetta a base di anice verde, o la sambuca e il pastis, in cui invece viene usato quello stellato e ancora il mistrà, l’ouzo greco, da bere obbligatoriamente ghiacciato, in Italia viene utilizzato il liquore all’anice per aromatizzare o “correggere” il caffè dopo la fine di un pasto importante.

 

 

Cucina: Italiana
difficoltà-ricetta Difficoltà: Facile
tempo-cottura Cottura: 30 Minuti
tempo-preparazione Preparazione: 15 Minuti
porzioni Porzioni: 12 Persone
prezzo Prezzo: Basso
kcal Calorie: 467 Kcal
opzione-alimentare Vegetariano
ingredienti

INGREDIENTI

copia-ingredienti COPIA LA LISTA

Preparazione

impasto morbido
2
mani che formano i biscotti
3
 
1
 Per preparare la ricetta dei biscotti all'anice della nonna, versate in un recipiente l'olio, il latte, le uova, l'aroma di vaniglia, la buccia grattugiata di un'arancia, i semi di anice quindi unite lo zucchero, il lievito e la farina. 
2
 Mescolate tutti gli ingredienti, aiutandovi inizialmente con una forchetta e proseguendo poi con le mani, fino a ottenere un impasto morbido. 
3
 Create dei cilindri di pasta ( della dimensione di un dito) su un piano infarinato e formate delle ciambelle della dimensione che preferite. 
4
 Cuocete in forno statico a 180° per circa 35 minuti. Saranno pronte quando assumeranno un bel colore dorato quindi, se necessario, aumentate o diminuite i minuti di cottura. 
5
 Fate raffreddare su una gratella.

Risultato

biscotti all'anice della nonna porzione
Ti piace Biscotti all’anice della nonna ?
Biscotti dolci Dolci al forno