Crostata ricotta e marmellata, la ricetta cremosa e ben bilanciata

La crostata ricotta e marmellata è una ricetta semplice, che si ispira a un celebre dolce romano, la crostata di ricotta e visciole.

Crostata ricotta e marmellata, la ricetta cremosa e ben bilanciata

La crostata ricotta e marmellata è un dolce semplice da preparare, che a prima vista sembra una semplice crostata, ma racchiude un ripieno cremoso. La crema di ricotta che vi proponiamo qui è la versione minimalista, ovvero semplice ricotta setacciata con un po’ di zucchero a velo, in altre versioni è possibile aggiungere alla ricotta le uova, in modo da creare una crema che in cottura si gonfia leggermente, ottenendo una consistenza più ariosa.

Uno dei trucchi per far funzionare bene questo dolce è quello di bilanciare bene lo strato di ricotta e quello di marmellata; in generale è meglio tararsi su due strati praticamente uguali come spessore, in modo che uno dei due gusti non soverchi l’altro, se però volete ottenere una torta particolarmente cremosa, aumentate di un terzo la quantità di ricotta, servirà a bilanciare marmellate particolarmente aspre, come quelle senza zucchero o quelle di ribes o di sambuco.

La decorazione a base di frutta fresca non è possibile in tutte le stagione con tutti i frutti, se preferite potreste optare per il classico reticolato di pasta frolla, in quel caso impastate 300 grammi di farina, 3 tuorli, 150 di burro e 120 di zucchero. Oppure provate a sostituire la frolla con la pasta brisè (300 grammi di farina e 150 di burro), che renderà la torta molto meno dolce, conferendogli comunque un guscio burroso e croccante.

Insomma, le variazioni possibili in questa torta sono moltissime, ma ce n’è una molto celebre, soprattutto a Roma: la torta di visciole e ricotta, un classico della cucina romana del ghetto ebraico che pare sia nata quando, con un editto, il Papa vietò agli ebrei di vendere i loro latticini ai cristiani, per questo i fornai ebrei del ghetto iniziarono a vendere delle crostate coperte con un guscio di frolla che racchiudevano la ricotta e che le guardie papali non potevano aprire. La torta di ricotta e visciole oggi tuttavia si prepara con il reticolato di frolla, almeno nelle versioni casalinghe che sono meno filologiche.

Se vi piacciono le crostate con la ricotta, provate anche la torta di more e ricotta.

Cucina: Italiana
Difficoltà: Facile
Tempo passivo: 150 Minuti
Preparazione: 30 Minuti
Porzioni: 6 Persone
Prezzo: Basso
Calorie: 370 Kcal
opzione alimentare Vegetariano
ingredienti
Ingredienti
Per la frolla
  • Farina bianca 250 g
  • Uovo 1
  • Tuorlo d'uovo 1
  • Burro 125 g
  • Zucchero semolato bianco 100 g
  • Sale fino 1 Pizzico
  • Limone la scorza grattugiata 1
Per il ripieno
  • Ricotta vaccina 350 g
  • Zucchero a velo 1 Cucchiaio
  • Confettura di fragole 200 g
  • Fragole fresche 10

Come fare la crostata ricotta e marmellata

1

Preparate la frolla versando tutti gli ingredienti in una ciotola, e impastando a mano, facendo attenzione a creare un impasto il più velocemente possibile e a lavorare con il burro freddo di frigo. Una volta ottenuta una palla, mettete l’impasto nella pellicola alimentare e fatelo riposare nel frigo per almeno 30 minuti.

2

Mettete a setacciare la ricotta in un colino per almeno 2 ore, in modo che perda tutto il siero residuo. Passate la ricotta attraverso un colino a maglia fine e mescolatela, in una ciotola, con lo zucchero a velo.

3

Riprendete la pasta frolla e stendetela, rivestite uno stampo da crostata e riempite con la crema di ricotta, distribuendola in modo che lo strato sia uniforme. Aggiungete la confettura di fragole e create un secondo strato omogeneo. Mettete in forno a 180 gradi per 40 minuti. Fate raffreddare e decorate a piacere con le fragole fresche.

Risultato
Crostata ricotta e marmellata, la ricetta cremosa e ben bilanciata

Conservazione

La crostata di ricotta e marmellata va conservata in frigorifero, in un contenitore coperto, per non più di tre giorni, la ricotta infatti ha vita breve, anche se una volta cotta dura più a lungo. Se volete, potete congelarla in fette monoporzioni, da scongelare al bisogno tenendole un paio d’ore fuori dal frigo.

Consigli e varianti

La crostata con ricotta e marmellata si può preparare con ogni tipo di marmellata si abbia a disposizione, certamente le marmellate leggermente acidule fanno un bel contrasto con il sapore dolce e cremoso della ricotta, ma questa crostata è ottima anche con confetture molto dolci come quella di castagne, o con la nocciolata.

Ti è piaciuta la ricetta?