di Dissapore Dissapore 9 Aprile 2021
spaghetti ai carciofi in un piatto fondo, con una forchetta anticata in parte

La pasta con carciofi risottata è un primo piatto semplicissimo, che usa però un trucco “da ristorante” sempre più comune anche nelle cucine amatoriali. Si tratta della risottatura, una tecnica che prevede di cucinare la pasta come se fosse un risotto, aggiungendo cioè i liquidi a poco a poco e lasciando che evaporino. Questo procedimento aiuta a non disperdere gli amidi, ma a legarli al condimento creando una tipica “cremina” che nappa la pasta e che fa risaltare gli aromi.

La risottatura dà il meglio di sé con i sughi proteici, soprattutto quelli a base di pesce, perché anche le proteine rilasciate dal pesce cooperano alla creazione della mitologica cremina, ma è una tecnica che funziona bene anche con altri tipi di condimento, le verdure in questo caso. A differenza del risotto, tuttavia, la risottatura prevede che la pasta sia comunque sbollentata in acqua salata, anche se per un tempo molto inferiore al tempo di cottura riportato sulla confezione.

Una volta sbollentata la pasta, la si passa direttamente nella padella in cui è presente il condimento, senza scolarla ma aiutandosi con un forchettone o con una schiumarola. L’acqua in cui è stata bollita la pasta non si butta, ma si usa per la risottatura: anche lì infatti sono presenti un po’ di amidi.

Durata

Tempo di preparazione: 5 minuti
Tempo di cottura: 30 minuti
Tempo totale: 35 minuti

Dosi per

2 persone

Ingredienti

160 g Pasta tipo spaghetti
1 Carciofo romanesco
2 spicchi Aglio
3 rametti Menta fresca
3 cucchiai Olio Di Oliva
q.b. Sale
q.b. Pepe

Preparazione

Per preparare la ricetta della pasta con carciofi risottata, cominciate pulendo i carciofi eliminando le foglie più dure esterne e le punte delle foglie rimaste.

mani che tagliano la cima di un carciofo su un tagliere di legno

Tagliate i carciofi a fettine quanto possibile fine.

carciofi in padella con aglio e menta

In una padella antiaderente molto capiente versate l’olio, i carciofi, la menta e l’aglio schiacciato.

Condite con sale e pepe.

Aggiungete un bicchiere di acqua e cuocete a fuoco medio/alto per 10 minuti.

Portate a bollore una pentola di acqua salata e cuocetevi gli spaghetti per un paio di minuti.

Estraete gli spaghetti e spostateli nella padella con i carciofi, mentre mantenete l’acqua sul fuoco. Vi servirà per risottare.

Aggiungete l’acqua di cottura un mestolo alla volta e fatela asciugare, mescolando continuamente.

Quando l’acqua si sarà assorbita lasciando dietro di sé una gustosa cremina e la pasta sarà arrivata alla cottura desiderata, è tempo di servirla.