Treccine alla panna sofficissime

La ricetta delle treccine alla panna sofficissime, una di quelle preparazioni da fare per quando si vuole rendere speciale la colazione, possono anche essere preparate in quantità e poi congelate.

Voto medio lettori:
trecce di pane con zucchero a velo

Le treccine alla panna sofficissime, sono ideali per la prima colazione. Vengono preparate con il lievito madre e senza uova, il che conferisce a questi dolci una consistenza irresistibilmente leggera. Molto più salutari rispetto alle merendine industriali, le trecce alla panna sono perfette anche per essere portate a scuola.

Se ancora non possedete il lievito madre, grazie al quale è possibile ottenere una lievitazione naturale più lenta e aromatica rispetto al lievito di birra, potreste cominciare una coltura casalinga (in rete troverete un milione di tutorial, e anche su dissapore), oppure potreste farvene dare un po’ dal vostro fornaio di fiducia, in quel caso non usatelo tutto ma tenetene una parte da rifrescare e mantenere per le prossime ricette.

La digeribilità dei prodotti con il lievito madre è una leggenda metropolitana, o meglio è una verità solo se si parte da un lievito di ottima qualità, e si conosce molto bene la tecnica di lievitazione. Altrimenti è meglio usare (poco) lievito di birra.

 

Cucina: Italiana
difficoltà-ricetta Difficoltà: Facile
tempo-cottura Cottura: 20 Minuti
tempo-passivo Tempo passivo: 505 Minuti
tempo-preparazione Preparazione: 30 Minuti
porzioni Porzioni: 6 Persone
prezzo Prezzo: Basso
kcal Calorie: 220 Kcal
opzione-alimentare Vegetariano
ingredienti

INGREDIENTI

copia-ingredienti COPIA LA LISTA

Preparazione

impasto sul tagliere
7
 
1
 Per preparare la ricetta delle treccine alla panna sofficissime, rinfrescate il lievito madre e lasciatelo raddoppiare.  
2
 Prendetene 150 grammi, fatelo a pezzetti e mettetelo insieme alla panna e al miele nel boccale della planetaria con il gancio a foglia, lavorando finché non si sarà amalgamato e avrà formato una schiumetta in superficie.  
3
 Sostituite la foglia con il gancio e unite le farine setacciate con la scorza grattugiata del limone e la vanillina.  
4
 Fate lavorare alla minima velocità finché la farina non sarà assorbita, aggiungete il sale sciolto nell’acqua, quindi unite lo zucchero.  
5
 Aumentate la velocità e proseguite finché non vedete che l’impasto stacca dalle pareti del boccale e tende a salire sul gancio.  
6
 Spegnete e prendete l’impasto delicatamente, avendo cura di farlo scivolare dal gancio senza strapparlo.  
7
 Mettete la pasta su un ripiano leggermente infarinato e lasciate riposare per 15 minuti.
prima piega all'impasto
9
 
8
 Allargate l’impasto e formate un rettangolo schiacciando piano con i polpastrelli.  
9
 Effettuate una piega a tre prendendo il lembo a sinistra che porterete al centro, quindi spostate quello a destra sopra a chiusura.  
10
 A questo punto avrete ottenuto una specie di salsicciotto, spostate la chiusura superiore al centro quindi finite di arrotolare verso il basso.  
11
 Pirlate, ossia con i palmi rivolti verso l’alto, girate l’impasto su se stesso strofinandolo sul ripiano e contemporaneamente cercando di tirare l’impasto sotto.  
12
 Quando vedete che l’impasto è bello in tensione mettetelo a riposare al coperto per tre ore.
pirlatura
14
formazione della treccia
17
treccia cruda formata
18
 
13
 Prendete l’impasto e tagliate delle porzioni di circa 30 grammi.  
14
 Prendete ogni pallina e lavoratela portando i lembi dell’impasto al centro, fermandoli contemporaneamente con l’indice. Effettuate questa operazione su tutta la circonferenza.  
15
 Chiudete a metà e formate un salsicciotto.  
16
 Allungate strofinando sul ripiano per circa 7/8 centimetri.  
17
 Prendete tre salsicciotti per volta e unite le punte in alto sovrapponendole con l’accortezza di mettere più in altro la parte centrale. Cominciate a formare una treccia invertendo la posizione dei salsicciotti a destra e sinistra. Proseguite fino alla fine, quindi chiudete schiacciando le tre punte mandandole sotto. Pressate e mandate sotto anche le tre punte in alto.  
18
 Posizionate la treccia ottenuta su una placca ricoperta di carta forno, spennellate con il latte e lasciate raddoppiare al coperto, il che dovrebbe avvenire in circa 4 ore.
 
19
 Passate in forno caldo a 180 gradi per venti minuti, fino a che risulteranno belle dorate.  
20
 Sfornate, spennellate di nuovo la superficie con il latte, dopodiché lasciate raffreddare su una gratella.

Risultato

treccine alla panna
Ti piace Treccine alla panna sofficissime ?
Sfoglia ricette simili